ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Yemen, nessun accordo dopo sei giorni di colloqui in Svizzera, le trattative riprendono a metà gennaio

euronews_icons_loading
Yemen, nessun accordo dopo sei giorni di colloqui in Svizzera, le trattative riprendono a metà gennaio
Dimensioni di testo Aa Aa

Nessun accordo, ma si parla di progressi al termine di sei giorni di colloqui in Svizzera per giungere a un cessate il fuoco permanente in Yemen. Le parti si sono impegnate a proseguire le trattative il 14 gennaio.
Lo ha detto il mediatore dell’Onu, Ismail Ould Cheikh Ahmed: “Abbiamo sviluppato il quadro generale e strategico, che racchiude l’intero contenuto dell’accordo che speriamo di raggiungere tra le parti. In aggiunta a ciò siamo stati in grado di sviluppare una serie di misure per costruire la fiducia e che farà in modo che tale quadro sia coerente e supportato da una base, perché purtroppo la fiducia tra le due parti è quasi nessuna”.

Il rilascio dei prigionieri è uno dei principali nodi da sciogliere nel difficile negoziato tra i ribelli houthi e le forze governative.
Nel Paese si continua a combattere e morire. Solo sabato, è stata infranta per l’ennesima volta la tregua pattuita tra le parti. In un conflitto a fuoco nel Nord sono morte decine di persone.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.