Parte delle truppe turche lascia la base di Bashiqa, in seguito alle proteste dell'Iraq

Parte delle truppe turche lascia la base di Bashiqa, in seguito alle proteste dell'Iraq
Di Lilia Rotoloni
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Per Ankara l'invio di soldati era dovuto solo alla necessità un normale avvicendamento

PUBBLICITÀ

La Turchia ha fatto un gesto nei confronti del governo iracheno, spostando una parte delle truppe presenti nel campo di addestramento di Baqshiqa.

Il campo si trova30 km a nord di Mosul, che è una delle roccaforti del sedicente Stato islamico. I soldati turchi sarebbero comunque rimasti in territorio iracheno, schierandosi più a nord.

Il contingente era stato dispiegato 10 giorni fa, provocando le dure proteste dell’esecutivo di Baghdad, che ne aveva chiesto il ritiro immediato. Venerdì le autorità irachene avevano anche fatto partire una lettera di rimostranze diretta al Consiglio di sicurezza dell’Onu, parlando di violazione della sovranità territoriale.

Secondo la Turchia si tratterebbe di personale destinato alla protezione dei militari impegnati nell’addestramento delle reclute locali anti-Isil. Sarebbe, insomma, di un normale avvicendamento.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Paesi Bassi: tribunale olandese blocca forniture di componenti di F-35 a Israele

Ucraina: Zaluzhny rimosso dalla guida dell'esercito, ecco cosa ne pensano i soldati

Militari al fronte per troppo tempo: le donne ucraine protestano davanti al Parlamento di Kiev