Sud Corea, arrestato sindacalista rifugiato per un mese in un tempio di Seul

Sud Corea, arrestato sindacalista rifugiato per un mese in un tempio di Seul
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Quattro settimane fa, si era rifugiato in un tempio di Seul per sottrarsi all’arresto. Ora, Han Sang-gyun, presidente di una delle più riottose

PUBBLICITÀ

Quattro settimane fa, si era rifugiato in un tempio di Seul per sottrarsi all’arresto. Ora, Han Sang-gyun, presidente di una delle più riottose confederazioni sindacali in Corea del Sud, si è consegnato agli agenti, che minacciavano di fare irruzione per mettergli le manette.

L’uomo è ritenuto responsabile per l’organizzazione della violenta protesta antigovernativa dello scorso 14 novembre: una mobilitazione contro un progetto di riforma del lavoro che favorirebbe i licenziamenti per scarso rendimento e limiterebbe gli stipendi dei dipendenti senior.

Prima di essere arrestato, ha promesso di continuare la sua battaglia dal carcere e nelle sedi giudiziarie.

Il sindacato KCTU ha indetto uno sciopero generale per la settimana prossima e nuove azioni di protesta.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Corea del Sud, carne di cane vietata dal 2027: no alla vendita, sì al consumo

Sud Corea, tribunale intima al Giappone di risarcire donne vittime di schiavitù sessuale in guerra

La Corea del Sud evacua decine di migliaia di scout per l'arrivo del tifone Khanun