Migranti: riprendono gli arrivi nel canale di Sicilia. Tensioni alla frontiera greca

Migranti: riprendono gli arrivi nel canale di Sicilia. Tensioni alla frontiera greca
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La frontiera fra la Grecia e la Macedonia è stata teatro di scontri violenti fra migranti e rifugiati, con la polizia ellenica costretta a

PUBBLICITÀ

La frontiera fra la Grecia e la Macedonia è stata teatro di scontri violenti fra migranti e rifugiati, con la polizia ellenica costretta a intervenire per placare gli animi. I migranti provenivano soprattutto da Marocco, Iran e Pakistan e hanno preso a lanciare pietre contro i rifugiati siriani, afghani e iracheni.

Il governo macedone ha deciso, circa due settimane fa, di permettere il passaggio a gruppi di persone provenienti da zone di conflitto. Questo non ha fatto che esasperare gli animi soprattutto con i migranti economici che provengono da zone che non sono in guerra e quindi passano in secondo piano rispetto agli altri. Le tensioni hanno provocato la morte di almeno un marocchino anche se s’ignora come.

Continuano gli arrivi di massa dei migranti in Sicilia, favoriti anche dalle buone condizioni del mare. Nelle prossime ore sono previste almeno 1500 persone mentre nella sola giornata di giovedì quasi 2000 migranti sono stati recuperati in undici interventi della guardia costiera.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Schengen: la Grecia respinge le accuse di inadempienze e punta il dito contro altri paesi

Il Consiglio europeo estende la protezione temporanea per i rifugiati ucraini

Nagorno-Karabakh: gli azeri hanno arrestato il leader separatista Vardanyan. 50.000 armeni in fuga