Più controlli tra Grecia e i Balcani, migranti bloccati e decine di arresti

Più controlli tra Grecia e i Balcani, migranti bloccati e decine di arresti
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Almeno 85 migranti sono stati arrestati in Grecia, al loro sbarco al porto del Pireo provenienti dall’isola di Lesbo, perché sospettati di aver

PUBBLICITÀ

Almeno 85 migranti sono stati arrestati in Grecia, al loro sbarco al porto del Pireo provenienti dall’isola di Lesbo, perché sospettati di aver presentato documenti falsi.

Il giro di vite si inserisce nel quadro del rafforzamento dei controlli sull’identità dei richiedenti asilo, anche in relazione alla presunta infiltrazione di terroristi dell’Isil tra i rifugiati.

Nel frattempo un migliaio di migranti rimangono bloccati in Grecia, alla frontiera con la Macedonia, dopo le misure di selezione dei profughi messe in atto da Skopje, così come da Belgrado. Solo siriani, afghani e iracheni sono stati autorizzati ad attraversare il confine.
Proteste tra gli altri.

“Ce la faremo o moriremo” esclamava Sayed Raza. “Non torneremo indietro. Abbiamo attraversato almeno cinque Paesi per arrivare qui, come possiamo tornare là?”

L’Alto Commissariato dell’Onu per i Rifugiati, l’Unicef e l’Organizzazione internazionale per le migrazioni hanno denunciato le nuove restrizioni imposte negli ultimi giorni alle frontiere tra la Grecia e i Balcani, che, secondo questi enti, stanno provocando una situazione sempre più insostenibile per i migranti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Terrorismo: la Danimarca proroga i controlli al confine con la Germania

Irlanda, migranti: richiedi asilo e finisci in tenda, "condizioni disumane" secondo l'opposizione

Dublino, 200 richiedenti asilo accampati per strada: casi di scabbia e malattie respiratorie