EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Annullato il ritiro, gli Usa restano in Afghanistan

Annullato il ritiro, gli Usa restano in Afghanistan
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La situazione in Afghanistan è ancora troppo critica e così gli Stati Uniti cambiano programma. Invece di ritirarsi, come promesso dal presidente

PUBBLICITÀ

La situazione in Afghanistan è ancora troppo critica e così gli Stati Uniti cambiano programma. Invece di ritirarsi, come promesso dal presidente Barack Obama, le truppe Usa resteranno nel Paese: 9800 unità nel 2016 e 5500 nel 2017, dislocate a Kabul, Bagram, Jalalabad e Kandahar. Toccherà dunque al successore di Obama decidere quando dichiarare conclusa la missione afghana.

“Come comandante in capo – ha dichiarato Obama -, non permetterò che l’Afghanistan venga usato come santuario dei terroristi per attaccare di nuovo il nostro Paese. Le nostre forze restano dunque impegnate in due definite missioni: addestrare i militari afghani e supportare operazioni anti terrorismo contro ciò che resta di al Qaeda”.

A convincere il presidente a tornare sui suoi passi è lo stallo nei negoziati con i taleban in seguito alla morte del mullah Omar e la ripresa dell’offensiva dei miliziani su città chiave come Kunduz e nuovi attacchi contro convogli della coalizione.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti: Washington si prepara per il vertice Nato, la guerra in Ucraina al centro dei colloqui

Dibattito Usa: Biden si difende, ma per il Nyt deve lasciare

Evan Gershkovich a processo in Russia per spionaggio, il giornalista del Wsj in tribunale