EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

La crisi ucraina torna alla ribalta all'Onu

La crisi ucraina torna alla ribalta all'Onu
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il presidente ucraino e quello russo, nei loro interventi all’Onu, hanno entrambi sostenuto il rispetto degli accordi di Minsk. Ma per favorirlo

PUBBLICITÀ

Il presidente ucraino e quello russo, nei loro interventi all’Onu, hanno entrambi sostenuto il rispetto degli accordi di Minsk. Ma per favorirlo Petro Poroshenko è tornato a chiedere “un’operazione di peacekeeping delle Nazioni Unite” nel Donbass, mentre per Putin, “le armi non assicureranno l’integrità dell’Ucraina”.

A Kiev la gente è contenta che la questione non sia stata oscurata dall’emergenza migranti e dalla lotta all’Isil.

“Penso che non abbiano accantonato l’argomento – afferma un uomo -. Credo che il problema principale sia fermare la guerra, tutti devono stare calmi e pacifici”.

Per il politilogo Volodymyr Fesenko, “Obama nel suo discorso ha menzionato l’Ucraina e ha invitato a non dimenticare la Crimea e la crisi nell’est del Paese”. “Non direi – ha aggiunto – che la questione ucraina è stata già dimenticata. Recentemente sono emersi nuovi problemi ai quali la comunità internazionale presta più attenzione.”

Nelle ultime ore è stata raggiunta un’intesa per il ritiro delle armi dal calibro inferiore ai 100 millimetri.

Ma intanto l’Ucraina ha deciso di vietare sul proprio territorio i voli delle compagnie russe dal 25 ottobre e Mosca farà altrettanto con gli aerei ucraini.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: almeno 9 morti e 29 feriti nel raid russo a Kryvyj Rih, la città di Zelensky

Ucraina: gli attacchi di Mosca nella settimana delle conferenze di ricostruzione e pace

Guerra in Ucraina, Kiev: "Distrutto per la prima volta un caccia Su-57 russo"