Francia, assolti i due poliziotti che scatenarono le rivolte nelle banlieues

Francia, assolti i due poliziotti che scatenarono le rivolte nelle banlieues
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Sono stati assolti i due poliziotti che scatenarono indirettamente le rivolte nelle banlieues in Francia. Stavano inseguendo due piccoli spacciatori

PUBBLICITÀ

Sono stati assolti i due poliziotti che scatenarono indirettamente le rivolte nelle banlieues in Francia.

Stavano inseguendo due piccoli spacciatori, che si rifugiarono in una cabina elettrica e morirono folgorati.

Gli agenti erano accusati di omissione di soccorso.

“C‘è un problema più generale – ha detto Jean Pierre Mignard, l’avvocato dei parenti delle vittime – . Quando il primo ministro evoca un “Apartheid sociale” riferendosi alle periferie, non vorrei che si instaurasse anche un “Apartheid giudiziario”.

“Sin dal primo giorno, i miei due clienti erano intimamente convinti di non aver commesso colpe, né errori, né reati”, ha detto Daniel Merchat, legale degli agenti.

La morte dei due adolescenti, avvenuta nel 2005 nella periferia di Parigi, scatenò una violenta reazione nelle periferie, con tre settimane di guerriglia urbana.

I due poliziotti hanno sempre sostenuto di non essersi resi conto del pericolo che correvano i due ragazzi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia: le tre settimane di guerriglia che fecero esplodere le banlieues

Francia e Regno Unito festeggiano 120 anni di cooperazione: simbolici cambi della guardia congiunti

La polizia sgombera decine di migranti senzatetto da Parigi, ong: "Pulizia sociale per le Olimpiadi"