EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Francia, diecimila soldati schierati per la sicurezza

Francia, diecimila soldati schierati per la sicurezza
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Controlleranno i luoghi sensibili, assieme a polizia e gendarmi. Stretto controllo su sinagoghe e scuole ebraiche.

PUBBLICITÀ

Il giorno dopo l’imponente manifestazione di Parigi, e quelle nel resto della Francia, il tema dominante torna a essere la sicurezza.

All’Eliseo riunione ministeriale straordinaria. Il primo intento è salvaguardare la sicurezza dei luoghi maggiormente a rischio. Per questo interverrà anche l’esercito.

“Il presidente della Repubblica – ha detto il ministro della Difesa, Jean-Yves Le Drian – ha chiesto alle forze armate di contribuire alla sicurezza degli obiettivi sensibili, a causa delle minacce che incombono sul nostro Paese.

E ha aggiunto che quella annunciata “è un’importante operazione interna. Le operazioni estere proseguono, si aggiunge questa mobilitazione di 10.000 uomini, vale a dire all’incirca quanti sono impegnati attualmente in altri Paesi”.

Particolare attenzione sarà dedicata alla protezione delle 717 scuole ebraiche e sinagoghe presenti in Francia.

La loro difesa sarà affitdata a 4.700 tra poliziotti, gendarmi. Ai quali si aggiungeranno entro 48 ore parte dei soldati schierati dall’esercito, secondo quanto ha annunciato il ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le domande da porsi sui fatti di Parigi

Je suis Charlie: a Lione la più grande marcia dopo Parigi

Je suis Charlie: manifestazioni in tutta Europa e nel mondo