Israele: il premier Netanyahu accusa l'Autorità palestinese di essere alleata con i terroristi

Israele: il premier Netanyahu accusa l'Autorità palestinese di essere alleata con i terroristi
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Risponde con un duro attacco il premier israeliano Netanyahu all’ultima mossa compiuta dall’Autorità palestinese. La decisione di richiedere

PUBBLICITÀ

Risponde con un duro attacco il premier israeliano Netanyahu all’ultima mossa compiuta dall’Autorità palestinese. La decisione di richiedere l’adesione alla Corte penale internazionale, è per il governo israeliano un affronto.

“Ci aspettiamo che il Tribunale penale internazionale – ha detto il premier israeliano – respinga totalmente la domanda presentata dai palestinesi, perché l’Autorità palestinese non è uno stato, ma un’entità alleata ad un’organizzazione terroristica. Hamas, commette crimini di guerra e lo Stato di Israele è uno stato di diritto con un esercito regolare che agisce nel rispetto delle leggi internazionali. Difenderemo i soldati israeliani nello stesso modo in cui loro ci proteggono”.

L’Autorità palestinese punta a portare davanti ai giudici Israele con l’accusa di crimini di guerra, ma non solo.

“La Palestina – spiega il negoziatore Saeb Erekat – si impegna a rispettare le leggi internazionali e tutti gli obblighi prescritti dalle convenzioni e dai trattati che abbiamo sottoscritto. Al tempo stesso presentiamo una richiesta di adesione ad altri accordi, in particolare al trattato di non proliferazione e al Registro della Corte penale internazionale “.

Ad inasprire le tensioni nella regione pesare anche la bocciatura al Consiglio di sicurezza dell’Onu della mozione che fissava al 2017 la fine dell’occupazione militare israeliana in Cisgiordania.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele: fine settimana di proteste contro Netanyahu, chieste nuove elezioni

Gaza, 21 soldati israeliani uccisi in un'esplosione a Maghazi

Gerusalemme, i parenti degli ostaggi fanno irruzione nella Knesset: "Restituiteceli vivi"