Corruzione e sangue blu. La principessa thailandese rinuncia allo "statuto reale"

Corruzione e sangue blu. La principessa thailandese rinuncia allo "statuto reale"
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Coniata dalla monarchia, la formula tradisce un divorzio dal principe ereditario, al quale si sarebbe ricorso per proteggere la Casa Reale

PUBBLICITÀ

Un caso di corruzione che coinvolge la sua famiglia induce in Thailandia la principessa Srirasmi a “rinunciare al suo statuto reale”.

"@ThaipbsEngNews:Int. ministry ordered to scrap #Srirasmi's family as royally bestowed name http://t.co/f2WGQFwkgjpic.twitter.com/YYJCcWPngX"

— THAILAND_for_FUTURE (@THAILAND_FUTURE) 29 Novembre 2014

Coniata dalla monarchia, ansiosa di difendere la propria immagine, l’edulcorata formula tradisce un divorzio dal principe ereditario Vajiralongkorn che affiderebbe a quest’ultimo la custodia del figlio di 9 anni.

#Corruption leads to #Thai Princess #Srirasmi's downfall https://t.co/OYfaAU2TBypic.twitter.com/VejbewjIyC

— Anti-Corruption (@BAC_Portal) 2 Dicembre 2014

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Thailandia: piogge torrenziali nel sud del Paese

Thailandia, torna dopo 15 anni di esilio Thaksin Shinawatra, condannato dall'esercito a 10 anni

Elezioni in Thailandia, trionfano le opposizioni