Turchia, destinazione insolita e spettacolare per lo sci: i consigli degli esperti

Sciare in Turchia? Certo che sì!
Sciare in Turchia? Certo che sì! Diritti d'autore GoTürkiye
Di Euronews - Edizione italiana: Cristiano Tassinari
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button

La Turchia è associata soprattutto al mare e agli sport estivi, ma è anche una delle migliori destinazioni sciistiche d'Europa, con montagne e paesaggi mozzafiato, organizzazione e infrastrutture d'eccellenza e...neve per oltre sei mesi l'anno

PUBBLICITÀ

Chi pensa alla Turchia, piena di meravigliose spiagge, anche come una destinazione turistica per lo sci?

Se non ci avete mai pensato, ecco una bella occasione per scoprire un nuovo modo di vivere la Turchia.
Del resto, la geografia del Paese è esattamente ciò che la rende la meta ideale per i "cacciatori di neve fresca".

"Le coste della Turchia, in quattro diversi mari, contengono un contenuto di neve unico, con l'aria umida proveniente dalle montagne e dal mare che le circonda: ad esempio, la catena montuosa del Tauro e le catene montuose che si estendono dalle coste del Mar Nero al Caucaso", spiega il maestro di sci Erdem Kurt.
"La neve cristallina si trova sui pendii settentrionali grazie alla conversione dell'umidità dal mare alla terra".

Il "petranboard", l'antenato dello snowboard

La Turchia ha persino una storia sorprendentemente lunga di sport invernali.

"Esiste una cultura del petranboard antica di 300 anni, nella regione del Mar Nero, e si presume che sia l'antenato dello snowboard. È noto che i petranboard venivano usati per viaggiare tra i villaggi, a causa delle abbondanti nevicate sulla costa del Mar Nero", continua Erdem Kurt.

Le tavole Petran - che prendono il nome dal villaggio di Petran, nella regione del monte Kaçkar, dove sono state inventate - sono assi di legno martellate insieme e poi incerate, per consentire loro di scivolare sulla neve, con una fune sterzante e un bastone di legno per mantenersi in equilibrio.

In questi giorni di fine inverno - con skipass notevolmente più economici rispetto all'Europa occidentale, a circa 10-15 euro al giorno, l'assenza di lunghe code, infrastrutture moderne, buone nevicate e molta "vita fuori pista" - la Turchia rappresenta davvero una destinazione sciistica insolita, innovativa e conveniente.
Quindi, da dove cominciamo?

Erciyes: la montagna degli abitanti di Istanbul

La stazione sciistica di Erciyes, con una lunghezza totale della pista di 112 km, rappresenta il più grande investimento della Turchia nello sport.

Si trova sul Monte Erciyes, alto 3.916 metri, un vulcano spento e una delle vette più alte dell'Anatolia, con i suoi punti più alti coperti di neve tutto l'anno, 365 giorni su 365.
L'altopiano di Tekir, sulla vetta orientale, ha un centro di sport invernali a un'altitudine di 2.100-2.900 metri.

Erciyes è facilmente accessibile: quattro ore di volo da un terzo dei Paesi del mondo, con 15 voli di linea giornalieri - durata appena 60 minuti - da Istanbul all'aeroporto della vicina città di Kayseri, il che la rende molto frequentata soprattutto dagli abitanti di Istanbul.
Gli impianti di risalita di Erciyes hanno una capacità di 26.750 persone all'ora e ci sono molti hotel, sia sul Monte Erciyes che a Kayseri, a 20 minuti di distanza.

Gli altopiani Ovit delle montagne Kaçkar, nella regione del Mar Nero, sono ricoperti di neve sei mesi all'anno. 30.000 ettari, con sette piste da sci, accessibili in auto attraverso il tunnel Ovit, lungo 14 chilometri.

Ma tenete presente che questo non è esattamente il terreno ideale per i principianti, ma gli sciatori più esperti saranno deliziati dall'esperienza fuori pista e la zona è ben nota anche per l'osservazione della fauna selvatica, oltre che per lo sci e lo snowboard.
Anche gli appassionati di sport estremi possono ottenere la loro dose di adrenalina, grazie al programma di  heliski: sciare utilizzando l'elicottero per la risalita è un'esperienza indimenticabile!

Uludağ: l'ideale per trekking e campeggio d'estate

Uludağ fa parte di un Parco Nazionale ed è popolare, soprattutto in estate, per il trekking e il campeggio, ma le sue strutture sciistiche per l'inverno sono in fase di ampliamento, dando priorità ad un aumento della capacità ricettiva e a un maggior numero di appartamenti e alloggi.

La sua vetta, Kara Tepe, si erge a 2.543 metri e il resort offre già heliski, pattinaggio su ghiaccio e snowbike, oltre a sci e snowboard, con 13 diverse piste.
Può essere raggiunta in auto o in funivia e dista 40 minuti dalla città di Bursa.
In inverno, i minibus partono ogni ora per portare i turisti a Uludağ.

GoTürkiye
Uludağ National Park sta ampliando e migliorando le proprie strutture.GoTürkiye

Palandöken: la montagna migliore di tutta la Turchia

Il centro sciistico di Palandöken, nella provincia orientale di Erzurum, vanta la pista da sci più lunga della Turchia, ad un'altitudine di 2.100 metri. Questo, insieme all'aria limpida e ai ripidi pendii, le ha conferito la reputazione di" migliore montagna di tutta la Turchia".
Ma, anche in questo caso, si tratta di piste adatte solo a sciatori esperti.

Qui, la pista più impegnativa è conosciuta come "Ejder3200" – in turco, Ejder significa "drago" – ed è un sentiero vero e proprio, peraltro spesso chiuso a causa della nebbia e del rischio di valanghe.

Le piste Ejder e Kapıkaya sono di dimensioni olimpioniche e adatte allo slalom: le piste sono illuminate, quindi non c'è bisogno di lasciare gli sci quando cala l'oscurità. Anzi: sciare "by night" è estremamente affascinante.
In totale, ci sono 22 piste su un comprensorio sciistico di 460 ettari e la stagione sciistica può durare da ottobre a maggio.

Per coloro che vogliono sì concentrarsi sullo sci, ma non disdegnano altre "distrazioni", Palandöken offre anche esperienze uniche, come il parapendio e l'arrampicata su ghiaccio.

PUBBLICITÀ

Kartalkaya: sci e "movida"

Kartalkaya, situata a un'altitudine di 1.850-2.200 metri, è una destinazione perfetta per lo sci alpino, l'alpinismo e lo sci di fondo, con un clima semi-temperato, quindi non fa troppo freddo, e una stagione che inizia a dicembre e termina a marzo.

Ci sono 38 piste, in due "snowpark" e ci si arriva con autobus giornalieri da Istanbul e Ankara.
Niente male nemmeno la "nighlife", con numerosi locali notturni e bar, che ha fatto di Kartalkaya una località  molto popolare tra il pubblico più giovane, in cerca di "movida dopo-sci".

GoTürkiye
La stazione sciistica di Kartalkaya ha riscosso successo tra i giovani per la sua vivace vita notturna e la vicinanza a Istanbul e Ankara.GoTürkiye

E per quanto riguarda il nostro maestro di sci, Erdem Kurt... Qual è il suo posto preferito per andare in pista?

"Come snowboarder backcountry, assegno il primo posto alla montagna Ovit e ai Kaçkars", dice Erdem. "Mi piace anche Davraz, che si trova sulla costa mediterranea, Kartalkaya, dove ci sono percorsi fuori pista tra i pini e Sarıkamış, che è famosa per la sua neve cristallina".

Condividi questo articolo

Notizie correlate

Tra le montagne di Asir, provincia saudita tutta da scoprire

Benessere in Azerbaigian, dai vulcani di fango alle sorgenti termali

Trekking a 3mila metri, tra le cime selvagge dell'Azerbaigian