La Spagna potrebbe fornire preservativi gratuiti ai giovani contro le infezioni sessualmente trasmissibili

La Spagna sta valutando la possibilità di fornire preservativi gratuiti ai giovani.
La Spagna sta valutando la possibilità di fornire preservativi gratuiti ai giovani. Diritti d'autore Canva
Di Roberto Ferrer
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

L'iniziativa si inserisce nel contesto di un significativo aumento delle infezioni sessualmente trasmissibili in Europa.

PUBBLICITÀ

Per i giovani spagnoli, i preservativi potrebbero essere presto gratuiti. La ministra della Salute Mónica García ha annunciato che il governo riflette a questa misura giovedì davanti alla commissione sanitaria del Senato.

"Non ha senso organizzare un vaccino per prevenire un'infezione ma non fornire gratuitamente un metodo di protezione come il preservativo", ha dichiarato la ministra, spiegando che il ministero sta valutando la possibilità di far pagare i preservativi dal sistema sanitario pubblico e di renderli gratuiti per "i giovani con minore potere d'acquisto, poichè tra loro si registra un aumento significativo delle infezioni sessualmente trasmissibili".

I dettagli del piano non sono ancora stati pubblicati ufficialmente dal governo, e il ministero della Salute spagnolo ha dichiarato a Euronews che la misura è ancora in fase di studio.

**Tuttavia, l'agenzia di stampa spagnola EFE ha riferito che i preservativi gratuiti sarebbero destinati ai giovani tra i 14 e i 22 anni, indipendentemente dal loro reddito. Secondo l'agenzia, che cita fonti del ministero,**i preservativi sarebbero disponibili nelle farmacie utilizzando le tessere sanitarie.

Le regioni spagnole hanno l'autorità di gestire le questioni relative alla salute, quindi il ministero dovrà coordinarsi con i governi locali.

Le IST sono in aumento in Europa

García ha indicato che la misura è stata pensata per arginare il preoccupante aumento delle infezioni sessualmente trasmissibili nel Paese.

Secondo un recente rapporto pubblicato dal ministero, le infezioni da gonorrea e sifilide sono in aumento dall'inizio degli anni 2000. Nel caso della clamidia, il numero di infezioni per 100.000 persone è più che triplicato tra il 2016 e il 2022.

La Spagna però non è un caso isolato.

Secondo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), nel 2022 i casi di gonorrea sono aumentati del 48%, quelli di sifilide del 34% e quelli di clamidia del 16% rispetto all'anno precedente.

In Francia, i preservativi sono gratuiti e rimborsati dall'assicurazione sanitaria nazionale per i giovani sotto i 26 anni dal gennaio 2023.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

È morto a 78 anni Paul Alexander, l'uomo che ha trascorso tutta la sua vita in un polmone d'acciaio

Cosa succede nel cervello dei poliglotti quando elaborano le lingue

Germania, ora la cannabis è legale: i berlinesi festeggiano accendendosi una canna in strada