EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Un faraonico progetto si prefigge di collegare le Cicladi alla Grecia continentale

In collaborazione con The European Commission
Un faraonico progetto si prefigge di collegare le Cicladi alla Grecia continentale
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Aurora Velez
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Portare energia pulita e stabilità energetica sulle Cicladi grazie a cavi sottomarini. Un progetto europeo che le isole attendevano da tempo

Cicladi, in greco, significa circolo. Sono così chiamate per la loro disposizione a cerchio intorno a Delo, sono un gruppo di isole greche nel Mar Egeo, situate a sud dell'Attica e dell'Eubea.

Queste isole non sono più sole ma fanno affidamento in termini di elettricità. Un progetto a lungo termine che Ioannis Margaris, dell'IPTO conosce bene. Sottolinea qui le sue sfide e le prospettive future: «Questo progetto sta aiutando il Paese a raggiungere i suoi obiettivi sui cambiamenti climatici. Mi riferisco ai limiti dei gas a effetto serra poiché gli impianti di produzione autonomi cesseranno di funzionare. Sono proprio questi impianti che contribuiscono all'inquinamento e ai cambiamenti climatici».

Continua Ioannis Margaris vicepresidente e Chief Technology, Planning & Strategy Officer della IPTO:

«Il fatto che il progetto fosse in fase di completamento durante la pandemia COVID-19, ci ha messo a rischio di un possibile ritardo. Tuttavia, in collaborazione con gli appaltatori del progetto, siamo riusciti a garantire che non ci saranno ritardi. Siamo riusciti a portare a termine il progetto con successo, nonostante l'insicurezza prevalente e le limitazioni agli spostamenti del personale, sia all'interno che all'esterno del Paese ».

Conclude Ioannis Margaris vicepresidente e Chief Technology, Planning & Strategy Officer di IPTO:

«Altre isole delle Cicladi, saranno interconnesse in futuro e mi riferisco a Santorini, Folegandros, Milos e Serifos ed altre ancora. La 4a ed ultima fase dell'interconnessione delle Cicladi sarà completata nel 2023-2024 e il costo di questo progetto è di circa 380 milioni di euro ».

Condividi questo articolo