Sulle orme di Eliane Vogel-Polsky, verso la parità di genere nell'UE

Sulle orme di Eliane Vogel-Polsky, verso la parità di genere nell'UE
Di Isabel Marques da Silva
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il portfolio sulla parità di genere della Commissione Von de Leyen dovrà portare avanti l'eredità lasciata dall'avvocatessa belga che ha lottato per i diritti delle donne

PUBBLICITÀ

Eliane Vogel-Polsky, una delle cosiddette "madri del modello sociale europeo" negli anni '60.

La pioniera del femminismo avrebbe apprezzato le due misure per promuovere i diritti delle donne adottate dalla prima presidente donna della Commissione europea.

La parità di genere nel collegio dei commissari e un portfolio dedicato all'uguaglianza sono dei passi avanti per rafforzare la posizione delle donne. Ma è necessario fare di più, afferma Julie M. Rosenkilde, coordinatrice di NYT Europe.

"E' necessario promuove re le quote rosa negli Stati membri perché è dimostrato che possono effettivamente contribuire a ridurre il divario di genere, come è successo nella Commissione europea - sarebbe un buon modo per spingere gli Stati membri verso l'uguaglianza di genere".

A Lisbona è stato presentato un nuovo documentario sull'avvocato belga che ha combattuto per la parità di retribuzione tra uomini e donne. La proiezione è stata promossa dalla piattaforma portoghese per i diritti della donna.

Agnés Hubert, presidente di Genderfiveplus e codirettrice del film, vede già un cambiamento nelle generazioni più giovani.

"Sono un'insegnante e ho molte studentesse. Vedo che sono più sicure del proprio valore ma anche molto più sicure del loro contributo nel creare un mondo che si adatti meglio alle loro esigenze"

Il portafoglio sull'uguaglianza di genere della Commissione europea è destinato a Helena Dalli, ex ministro maltese che si è occupato della questione. Ma per alcuni eurodeputati i titoli dei portafogli dei commissari sono oscuri.

"La prima sfida è per noi capire quale sarà il livello di finanziamento per ciascuna delle politiche. La seconda è capire quali politiche corrispondono ai titoli assegnati a ciascuno dei commissari", afferma Margarida Marques, eurodeputata socialista portoghese.

Eliane Vogel-Polsky lascia un'eredità che verrà portata avanti con la creazione di una task force sull'uguaglianza di genere all'interno della Commissione europea.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cinema, il premio Lux del Parlamento Europeo al film tedesco "La sala professori"

Bruxelles, la polizia interviene all'evento della destra radicale con Orbán e Farage

Commissione Ue: Pieper rinuncia, ombre su von der Leyen a pochi mesi dalle elezioni