Brexit: comunque vada, sarà difficile

Brexit: comunque vada, sarà difficile
Di Elena Cavallone
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il governo britannico ha pubblicato 25 note tecniche per preparare i cittadini e le imprese all'eventualità di un "no deal". E da Bruxelles affermano che con o senza accordo, l'uscita del Regno Unito comporterà delle perturbazioni

PUBBLICITÀ

L'incubo di una Brexit senza accordo mette in allerta i due lati della Manica. Giovedì il governo britannico ha pubblicato 25 note tecniche che consigliano alle aziende e alle persone come prepararsi alle conseguenze di un divorzio disordinato tra Unione europea e Regno Unito. 

Da Bruxelles la Commissione europea insiste sulla necessità di concludere in tempo negoziati.

"Stiamo lavorando in modo costruttivo per raggiungere un accordo - afferma un portavoce dell'esecutivo UE-. Appare chiaro comunque che l'uscita del Regno Unito comporterà perturbazioni a prescindere dalla presenza di un accordo o meno, ed è per questo che tutti, particolarmente gli operatori economici, devono essere preparati ".

Lo stallo nei negoziati riguarda i rapporti commerciali e i confini in Irlanda del nord: due questioni che, se non risolte, potrebbero rendere difficili le relazioni tra i due partner.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Chi ha paura della Brexit? L'incubo di un non accordo

Brexit: la speranza (di un accordo) è l'ultima a morire

La Scozia chiede un nuovo referendum sulla Brexit