Ue-Turchia: promossa l'economia turca, preoccupazione per libertà di espressione e diritti civili

Ue-Turchia: promossa l'economia turca, preoccupazione per libertà di espressione e diritti civili
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Bruxelles promuove Ankara soltanto a livello economico, mentre la boccia su tutti gli altri fronti. Il riesplodere delle tensioni con i curdi, la

PUBBLICITÀ

Bruxelles promuove Ankara soltanto a livello economico, mentre la boccia su tutti gli altri fronti. Il riesplodere delle tensioni con i curdi, la stretta del governo sulla libertà di espressione, ma anche lo stato dei diritti civili, preoccupa la Commissione europea, che martedì ha presentato il suo annuale rapporto sui progressi compiuti dai Paesi candidati all’adesione.

“Sulla libertà di espressione e dei media, si ha l’impressione che il Paese stia tornando indietro. Così come a livello giudiziario. Procede bene lo sviluppo economico. Sulla Turchia il quadro generale resta ancora confuso” ha dichiarato il Commissario Ue Johannes Hanh a Euronews.

Nessuno sconto al Governo Erdogan dunque, con il quale Bruxelles è impegnata in questi mesi in un delicato negoziato sulla questione rifugiati. In gioco ci sono quasi tre miliardi di euro con i quali le 28 capitali europee sperano di convincere Ankara a trattenere nei suoi confini il maggior numero di rifugiati in arrivo dal Medio Oriente.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turchia e Unione Europea: alti e bassi di un rapporto difficile

Esclusivo - Charles Michel: "Spero che il contrattacco israeliano all'Iran ponga fine all'escalation"

Di fronte a Stati Uniti e Cina, i leader dell'Ue chiedono un accordo globale sulla competitività