EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Oltre l'obiettivo: a Parigi in mostra la lotta per gli Yanomami di Claudia Andujar

Oltre l'obiettivo: a Parigi in mostra la lotta per gli Yanomami di Claudia Andujar
Diritti d'autore AFP - Fondation Cartier
Diritti d'autore AFP - Fondation Cartier
Di Cinzia Rizzi Agenzie:  AFP
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Fondation Cartier ospita gli scatti della celebre fotografa nata in Svizzera, ma cresciuta in Brasile

PUBBLICITÀ

Un'esposizione che va ben oltre semplici istantanee di vita. Alla Fondation Cartier di Parigi è in mostra il lavoro della celebre fotografa Claudia Andujar, nata in Svizzera ma cresciuta in Brasile, dove ha consacrato gran parte della sua carriera, alla difesa della comunità indigena degli Yanomami

L'esposizione punta i riflettori sulla lotta quotidiana di questi aborigeni, contro la politica anti ecologica di Jair Bolsonaro.

Il nostro attuale presidente è molto diverso da quelli che abbiamo conosciuto in passato. Ma proprio come ai tempi della dittatura militare, abbiamo qualcuno al potere che non ama gli amerindi, che non ama l'ambiente, che non capisce il valore della foresta amazzonica e che non capisce che noi, gli indigeni, rispettiamo la foresta e la difendiamo
Davi Kopenawa
Leader degli Yanomami

La Andujar scoprì il popolo e la cultura Yanomami negli anni '70, quando le loro terre erano minacciate dalle operazioni di disboscamento della foresta amazzonica e dalla politica di espansione agricola del governo. Oggi la situazione, per questo gruppo di circa 35.000 persone, non è di certo migliore, come hanno dimostrato i devastanti incendi dello scorso anno. 

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il distretto culturale che trasforma lo spazio artistico di Abu Dhabi

Il Gamesummit 2024 prevede emozionanti gare e spettacoli e interessanti dibattiti sui videogiochi

"Tutto del Classic Violin Olympus è unico!": l’intervista a Pavel Vernikov