EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

CDP Awards 2024: Celebrazione dei giganti europei protagonisti della transizione green

CDP Awards 2024: Celebrazione dei giganti europei protagonisti della transizione green
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Cyril Fourneris
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I protagonisti di grandi aziende, città e istituzioni finanziarie hanno discusso di come finanziare la transizione ecologica ai CDP Awards Europe 2024.

PUBBLICITÀ

Il 26 marzo, in occasione dei premi assegnati a Parigi, CDP ha premiato gli attori economici più ambiziosi che stanno aprendo la strada a un continente più green.

CDP è un'organizzazione no-profit che gestisce il principale sistema di rendicontazione ambientale al mondo.  L'Europa ospita sette delle dodici aziende al mondo che figurano nella A List del CDP per quanto riguarda i cambiamenti climatici, le foreste e la sicurezza idrica, tra cui Beiersdorf, Danone, Kering, Lenzig, L'Oréal, MM Group e Miquel y Costas. 

Più di 24.000 aziende, città e Stati hanno comunicato i loro dati ambientali al CDP nel 2023, comprese le società quotate in borsa che rappresentano due terzi della capitalizzazione di mercato mondiale.

"Il CDP ci obbliga a passare dalle parole ai fatti, perché i criteri sono molto trasparenti ed esigenti. Ogni anno ci confrontiamo con gli altri concorrenti e questo ha cambiato radicalmente il modo in cui noi di Beiersdorf ci approcciamo alla sostenibilità", ha dichiarato Vincent Warnery, CEO dell'azienda, leader nei prodotti cosmetici. Il CDP incoraggia gli attori economici non solo a ridurre le proprie emissioni, ma anche a utilizzare il proprio capitale e il proprio potere di approvvigionamento per promuovere il cambiamento. Gran parte delle emissioni di CO2 di molte aziende vengono indicate come "Scope 3", nel senso che sono indirette e possono essere ridotte attraverso la trasformazione della loro catena produttiva.

"Il nostro Scope 3 rappresenta circa l'80% delle nostre emissioni. Abbiamo più di 10.000 fornitori e dobbiamo incoraggiarli a ridurre le loro emissioni", ha dichiarato Helmut Frieden, vicepresidente della sostenibilità aziendale di Symrise, azienda che rientra nella A List del CDP nonché leader europeo nel settore degli aromi e delle fragranze.

“Spostare il denaro”

Quest'anno il tema dell'evento CDP era “spostare il denaro”. Secondo un rapporto congiunto di CDP e Oliver Wyman, pubblicato in occasione dell'evento, mentre il raggiungimento degli obiettivi di zero emissioni potrebbe richiedere un investimento annuo di 4.000 miliardi di dollari (3.700 miliardi dieuro) nei prossimi 30 anni, il 70% delle aziende europee spenderà meno di un quarto della propria spesa in conto capitale per la transizione.

"Le aziende riscontrano una mancanza di accesso al capitale, ma gli investitori dicono che i modelli di business green non raggiungono la scalabilità. Dobbiamo quindi interrompere questo circolo vizioso green", ha dichiarato a Euronews Maxfield Weiss, direttore esecutivo per l'Europa del CDP.

Anche le città stanno cercando di investire in infrastrutture ecocompatibili. La città finlandese di Turku, che fa parte della Cities A List del CDP, spera di raggiungere la neutralità climatica nel 2029, in occasione del suo 800° anniversario.

"Le città hanno bisogno di finanziamenti più accessibili e flessibili. Al momento i finanziamenti sono molto frammentati", ha dichiarato a Euronews Minna Arve, sindaco di Turku. "Un altro problema è che i finanziamenti sono generalmente destinati a progetti pilota e non sono scalabili. Abbiamo bisogno di sostegno anche per gli investimenti su larga scala." La città finlandese ha ricevuto il sostegno della Banca europea per gli investimenti (BEI) per finanziare alcuni dei suoi progetti. Secondo il CDP, le banche centrali e le banche di sviluppo svolgono un ruolo essenziale nel garantire la stabilità economica a lungo termine di questa transizione.

Michiko Suga, rappresentante dell'ufficio europeo dell’Asian Development Bank (ADB), ha affermato che il solo settore asiatico delle infrastrutture dovrebbe investire circa 200 miliardi di dollari (185 miliardi di euro) all'anno solo per il finanziamento del clima.

“Il settore pubblico non può finanziare tutto questo da solo”, ha dichiarato Suga. “Il settore privato entrerà in gioco solo se vedrà che investire nel clima e nella natura è più redditizio che non farlo. Dobbiamo quindi ridurre i rischi e creare un ambiente redditizio per il settore privato.”

Ridefinire i modelli di business

Alcuni produttori presenti all'evento hanno affermato che le nostre economie non sono sufficientemente favorevoli agli investimenti green. Diversi partecipanti hanno chiesto maggiori investimenti nel settore delle energie rinnovabili. Un rappresentante del gigante tedesco dell'acciaio thyssenkrupp ha dichiarato a Euronews che il successo della sua futura acciaieria a idrogeno dipenderà dalla capacità di creare la rete giusta.

"Avremo bisogno di molta elettricità verde e non possiamo fornirla da soli", ha dichiarato Ilse Henne, membro del consiglio di amministrazione di thyssenkrupp. "Abbiamo bisogno che le aziende energetiche investano di più nella creazione di energia verde, in modo da avere idrogeno verde e iniziare a produrre acciaio verde."

Per ridefinire i flussi finanziari negativi per il clima e cercare di tenere debitamente conto della soglia di 1,5°C concordata nell'ambito dell'Accordo di Parigi del 2015, il CDP afferma che anche le aziende, le istituzioni finanziarie, le città e le autorità di regolamentazione devono avere accesso a dati di alta qualità. L'organizzazione sta lavorando per armonizzare i dati ambientali e renderli comparabili e utilizzabili.

"Se pensiamo ai servizi finanziari, all'accesso al capitale, vediamo che gli investitori chiedono sempre più spesso di quali dati hanno bisogno per prendere decisioni basate sul rischio. Divulgare i dati non è un optional: è un aspetto indispensabile", ha dichiarato Sherry Madera, CEO del CDP.

Condividi questo articolo