EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Colmare il divario di genere nell'imprenditoria

In collaborazione con The European Commission
Colmare il divario di genere nell'imprenditoria
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Paul Hackett
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nonostante siano creatrici di circa un terzo delle imprese europee, le donne vanno incontro a ostacoli di rilievo nell'avviare un'attività, Anne Ravanona è la fondatrice di Global Invest Her

Nonostante siano creatrici di circa un terzo delle imprese europee, le cifre fanno capire che le donne vanno incontro a ostacoli di rilievo nell'avviare un'attività, soprattutto nella raccolta di capitali. Anne Ravanona è la fondatrice di Global Invest Her, una piattaforma che aiuta le imprenditrici a trovare finanziamenti più in fretta.

Un grande divario, molte barriere

Anne, lanciare e far crescere un'attività è difficile per tutti, c'è davvero una differenza fra uomini e donne nel mondo imprenditoriale?"

"C'è ancora un grande divario sulla scena imprenditoriale rispetto a quante donne siano in grado di creare imprese, e penso che ci siano molte cause diverse, molte barriere diverse, barriere ambientali interne ed esterne. Ma c'è davvero, purtroppo, dobbiamo dirlo, sì, c'è una differenza, nel creare un'impresa per una donna imprenditrice".

Quali direbbe che sono le sfide principali per le donne rispetto agli uomini?

"Al primo posto c'è l'accesso ai finanziamenti; secondo, l'accesso alle reti, terzo l'accesso a mentori o campioni.".

Wegate, una porta per entrare nel mondo dell'imprenditoria

La Commissione europea ha istituito l'iniziativa Wegate per sostenere l'imprenditoria femminile. Come aiuta le donne ad avere successo negli affari?

Wegate è una piattaforma creata dalla Commissione europea in collaborazione con organizzazioni sul campo al servizio delle imprenditrici. L'obiettivo della piattaforma è di essere uno spazio di riferimento per le imprenditrici europee che vogliano conoscere le diverse risorse disponibili nel proprio paese e a livello internazionale al momento di costruire e finanziare la propria attività ed entrare in contatto con altre imprenditrici. È uno spazio di riferimento di cui fanno parte molte organizzazioni come la nostra, che sono di aiuto alle imprenditrici. In Europa esistono talmente tante risorse che c'è davvero bisogno di uno sportello unico per sapere dove cercare. E Wegate è un ottimo strumento".

Una domanda da 1,7 trilioni di dollari

Una creatrice d'impresa oggi ha possibilità minime di riuscire a raccogliere fondi di rischio. Come cambiare questa situazione?

“Questa è la domanda da 3 milioni di dollari. Anzi, la domanda da 1,7 trilioni di dollari. Lo sa che il divario di genere nei finanziamenti, cioè la differenza nella quantità di denaro raccolta fra donne e uomini, oggi è calcolata a 1,7 trilioni di dollari? Oggi le imprenditrici ottengono solo il 2 per cento del capitale di rischio totale. Le donne costruiscono un'attività, e al momento di svilupparla hanno bisogno di denaro per farlo. E quello che vedo io è che le donne bevono 500 caffè con le persone sbagliate e gli uomini bevono cinque caffè con le persone giuste e ottengono i finanziamenti in un attimo. Quindi penso che sia davvero necessario capire meglio quali problemi le imprenditrici stiano cercando di risolvere, finanziarle e sostenerle meglio e rendere visibili i progetti riusciti".

Condividi questo articolo

Notizie correlate

Moreno: "Ho subito tutte le discriminazioni. Ora voglio aiutare gli altri"

State of the Union: la pandemia ha aumentato il divario di genere

Helena Dalli a Euronews: "Ridurre il divario salariale di genere è una priorità"