EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Cuba-Usa: a due anni dal disgelo, l'economia dell'Avana resta ancorata all'embargo

Cuba-Usa: a due anni dal disgelo, l'economia dell'Avana resta ancorata all'embargo
Diritti d'autore 
Di Salvatore Falco Agenzie:  AP
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il Pil, cresciuto del 4% nel 2015, rallenta all'1% nel 2016

PUBBLICITÀ

A due anni dalla decisione di Barack Obama di normalizzare le relazioni tra Cuba e Stati Uniti, l’isola resta ancorata all’embargo.

Il nuovo assetto legislativo apre la porta agli investitori stranieri, ma l’economia di Cuba, cresciuta del 4% nel 2015, rallenta all’1% nel 2016.

Due le cause: il Congresso statunitense a maggioranza repubblicana che complica il disgelo tra Washington e Avana e il crollo del Venezuela, che a Cuba fornisce petrolio a prezzo politico.

“Cuba vuole procedere verso la normalizzazione delle relazioni con gli Stati Uniti – dice il ministro del Commercio con l’Estero, Rodrigo Malmierca – ma rattrista che loro continuino a tentare di cambiare il modello economico e sociale che il popolo cubano ha scelto liberamente, attuando misure che hanno chiari scopi politici e interventisti”.

L’Avana, la cui economia è controllata all’80% dallo Stato, non nasconde le difficoltà e spera di affrontarle con un mix di austerity e risparmi, in attesa del voto statunitense.

“Non importa chi sia il candidato alla presidenza, la decisione sull’embargo spetta al Congresso – spiega Reuben Smith-Vaughan, portavoce della Camera di Commercio degli Stati Uniti – quindi tocca a noi continuare a impegnarsi in una conversazione pragmatica con i nostri funzionari del Congresso sul fatto che l’embargo non è più uno strumento efficace”.

Per la prima volta Fidel Castro ha scelto il suo candidato alle elezioni statunitensi. In un editoriale, il ‘lider maximo’ indica Hillary Clinton come elemento di continuità nella politica della mano tesa di Obama. Nonosante Donald Trump – come riporta il Newsweek – nell’88 abbia violato l’embargo per fare affari sull’isola.

Il potere Usa è in declino. Mettiamo fine all’embargo, una volta per tutte pic.twitter.com/Oq5EgkcMot

— Italia-Cuba di Roma (@italiacubaroma) October 31, 2016

NEWS/ #Cuba Risoluzione #Onu su embargo,per la prima volta Usa si asterranno su voto. Segno della distensione dei rapporti Washington-Avana. pic.twitter.com/pMGGvPt5Pq

— Rai Radio1 (@Radio1Rai) October 26, 2016

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa-Cuba, da oggi più facile vendere prodotti statunitensi sull'isola

Scontro Clinton-Trump su Cuba. Nel 1988 il tycoon ha tentato di violare l'embargo?

Usa-Cuba: le principali tappe del disgelo