Borse europee aprono in forte calo dopo tracollo listini asiatici

Borse europee aprono in forte calo dopo tracollo listini asiatici
Di Salvatore Falco
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

I timori di un rallentamento dell’economia cinese trascinano in rosso i principali listini asiatici e le borse europee aprono in picchiata. La Borsa

PUBBLICITÀ

I timori di un rallentamento dell’economia cinese trascinano in rosso i principali listini asiatici e le borse europee aprono in picchiata.

La Borsa di Shanghai ha chiuso con un -8,49%, il declino giornaliero maggiore dal febbraio del 2007, azzerando in pratica i guadagni di inizio anno. Una caduta frenata dal limite di discesa del 10% previsto dalla borsa cinese.

“Come è possibile che i mercati continuino ad andare giù ogni giorno? Uno, due, tre, cinque giorni in discesa senza mai una ripresa – dice He Maizhen, una piccola investitrice di 67 anni – Solitamente assistiamo a una risalita dopo un calo, ma ormai i listini vanno solo in basso e non aumentano. Come è possibile che un mercato crolli in questo modo? Non abbiamo alcuna voglia di investire. Quello che abbiamo guadagnato è andato perso”.

Male anche Tokyo che chiude a -4,61%, e Taiwan, ai minimi da tre anni. La caduta a picco dei listini asiatici si è riversata anche sulle borse europee: i mercati principali – Milano compresa – hanno aperto con perdite superiori al 3%.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Trading on terror: l'inchiesta sui profitti degli attacchi di Hamas

Una flotta di navi sta aiutando la Russia ad eludere le sanzioni sul petrolio

Conflitto tra Israele e Hamas: come i mercati finanziari vedono la crisi