Slitta la presentazione del piano greco per ottenere il prolungamento dei prestiti.

Slitta la presentazione del piano greco per ottenere il prolungamento dei prestiti.
Di Stefano Cutillo
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

È slittata ad oggi la presentazione della lista di riforme che la Grecia avrebbe dovuto presentare entro la scorsa mezzanotte a Commissione Europea

PUBBLICITÀ

È slittata ad oggi la presentazione della lista di riforme che la Grecia avrebbe dovuto presentare entro la scorsa mezzanotte a Commissione Europea, Banca Centrale e Fondo Monetario Internazionale per ottenere il prolungamento dei prestiti per altri quattro mesi.

Secondo indiscrezioni le misure dovrebbero avere un impatto di oltre 7 miliardi di euro. Prevederebbero una patrimoniale per ricchi ed oligarchi, il recupero di tasse arretrate, lotta al contrabbando di benzina e sigarette, riforme nella pubblica amministrazione…

Misure che scontentano l’elettorato di Tsipras.

“I Tedeschi stanno tentando in tutti i modi di imporre la loro egemonia sull’Europa. Per cominciare provano con la Grecia. Siamo le loro cavie” si sente ripetere in strada.
“Non è possibile che la Germania si sia arricchita tanto grazie all’UE; che sia l’unica economia europea che abbia approfittato tanto dell’Unione ed ora sia così rigida con gli altri!”

Un sentimento di ingiustizia diffuso, che ha spinto molti a tentare di sottrarsi al salasso previsto.
Solo lo scorso venerdi dai conti correnti greci sarebbe stato ritirato un miliardo di euro. 3 in totale solo la scorsa settimana, secondo JP Morgan. 25 miliardi in meno dall’inizio dell’anno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Grecia: Yanis Varoufakis, il ministro delle finanze "casual" che disturba

Quanto costa la crisi del debito greco?

La Commissione taglia le previsioni di crescita dell'Ue e dell'Italia: in calo anche l'Inflazione