EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Svizzera: in carcere per sfruttamento i membri della famiglia miliardaria Hinduja

Procuratori in Svizzera
Procuratori in Svizzera Diritti d'autore Martial Trezzini/' KEYSTONE / MARTIAL TREZZINI
Diritti d'autore Martial Trezzini/' KEYSTONE / MARTIAL TREZZINI
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Arrestati quattro membri della famiglia miliardaria indiana Hinduja, sono accusati di aver sfruttato i domestici nella loro abitazione in Svizzera

PUBBLICITÀ

Quattro membri della famiglia miliardaria Hinduja sono finiti in carcere in Svizzera con l'accusa di aver sfruttato i lavoratori domestici nella loro villa sul lago. La famiglia è stata giudicata colpevole di aver sequestrato i passaporti delle lavoratrici, di aver impedito loro di uscire e di averle fatte lavorare fino a 18 ore al giorno.

I procuratori avevano detto che le lavoratrici avevano descritto un "clima di paura" instaurato da Kamal Hinduja. Erano costretti a lavorare con poche o nessuna vacanza, e lavoravano anche più tardi per i ricevimenti. Dormivano nel seminterrato, a volte su un materasso sul pavimento.

Il tribunale svizzero ha respinto le accuse più gravi di traffico di esseri umani contro il magnate 79enne Prakash Hinduja, la moglie Kamal, il figlio Ajay e la nuora Namrata, sostenendo che i lavoratori avevano capito, almeno in parte, a cosa andavano incontro. I quattro hanno ricevuto tra i quattro e i quattro anni e mezzo di carcere.

I lavoratori erano per lo più indiani analfabeti e venivano pagati non in franchi svizzeri ma in rupie indiane, depositate in banche in patria a cui non potevano accedere. Gli avvocati che rappresentano gli imputati hanno dichiarato che ricorreranno in appello.

Robert Assael, avvocato di Kamal Hinduja, si è detto "sollevato" dal fatto che il tribunale abbia respinto le accuse di traffico di esseri umani, ma ha definito la sentenza eccessiva.

"Le condizioni di salute dei nostri clienti sono molto precarie, sono persone anziane", ha detto, spiegando perché la famiglia non era presente in tribunale. Ha detto che la moglie 75enne di Hinduja era in terapia intensiva e la famiglia era con lei.

Un quinto imputato, Najib Ziazi, il manager della famiglia, ha ricevuto una condanna a 18 mesi con la condizionale. Commentando il caso, un deputato indiano ha scritto: "Quello che non abbiamo in India ma di cui abbiamo disperatamente bisogno: l'uguaglianza davanti alla legge".

Sequestratri diamanti e altri beni preziosi alla famiglia

La settimana scorsa è emerso in tribunale che la famiglia aveva raggiunto un accordo non rivelato con i querelanti. Le autorità svizzere hanno sequestrato diamanti, rubini, una collana di platino e altri gioielli e beni in previsione che possano essere utilizzati per pagare le spese legali e le eventuali sanzioni.

Insieme a tre fratelli, Prakash Hinduja è a capo di un conglomerato industriale che opera in settori quali l'informatica, i media, l'energia, l'immobiliare e la sanità. Secondo la rivista Forbes, il patrimonio netto della famiglia Hinduja ammonta a circa 18,6 miliardi di euro.

La famiglia ha stabilito la propria residenza in Svizzera negli anni Ottanta e Hinduja è stato condannato nel 2007 per accuse simili. Un'altra causa fiscale intentata dalle autorità svizzere è in corso contro Hinduja, che ha ottenuto la cittadinanza svizzera nel 2000.

In questo caso, il tribunale ha dichiarato che i quattro erano colpevoli di aver sfruttato i lavoratori e di aver fornito un'occupazione non autorizzata, fornendo scarse prestazioni sanitarie e pagando salari inferiori a un decimo di quelli previsti per lavori simili in Svizzera.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Maltempo, evacuata Cogne: militari al lavoro in Svizzera, morti per le piogge in Montenegro

Zurigo, balli e canti popolari alla Festa federale dei costumi

Maltempo in Svizzera, ancora due persone disperse. Danni ingenti nel Canton Vallese