EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Attacco a Sydney: identificato l'aggressore, "non era terrorismo"

memorial per l'attacco a Israele
memorial per l'attacco a Israele Diritti d'autore Rick Rycroft/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Rick Rycroft/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le autorità australiane hanno fatto sapere che l'uomo che ha ucciso sei persone in un centro commerciale non era un terrorista, ma si tratta di una persona con disturbi mentali

PUBBLICITÀ

La polizia australiana ha identificato ufficialmente l'uomo che sabato ha attaccato un affollato centro commerciale di Sydney.

Si tratta di Joel Cauchi, 40 anni, del Queensland. La polizia ha dichiarato che l'uomo era malato di mente e non era "spinto da alcuna motivazione particolare, ideologica o di altro tipo", quindi le indagini hanno escluso motivazioni terroristiche.

Aggressore ucciso a Sydney da una poliziotta

L'aggressore è stato ucciso da una poliziotta, il cui intervento sulla scena dell'attacco è stato definito eroico dai leader del Paese. L'attacco con accoltellamento ha provocato sei morti e otto feriti, tra cui un bambino di nove mesi che è stato ferito e la cui madre, gravemente ferita, si è lanciata contro un uomo per salvarlo. Alla fine la madre è morta.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Accoltellamento in Australia, all'eroe francese un visto di residenza permanente

Sidney, accoltellamento in Chiesa: "Estremismo religioso". Stabili le condizioni dei feriti

Sydney, attacco con coltello in una chiesa: feriti diversi fedeli e il vescovo, nessuna vittima