Agricoltori: i trattori invadono Praga, in Polonia bloccati sei valichi di frontiera con l'Ucraina

Blocco stradale dei trattori a Praga, Repubblica Ceca
Blocco stradale dei trattori a Praga, Repubblica Ceca Diritti d'autore Ondrej Deml/AP
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Lunedì un gruppo di trattori ha bloccato l'autostrada della capitale ceca, ma le principali organizzazioni agricole locali hanno preso le distanze. Allarme di Kiev per i blocchi al confine con la Polonia: tremila camion in coda per entrare in Ucraina

PUBBLICITÀ

Lunedì un gruppo agricoltori cechi è sceso in strada con i suoi trattori con l'intenzione di bloccare l'autostrada di Praga. Chiede al governo della Repubblica Ceca di ritirarsi dal Green deal europeo e ha annunciato che la protesta durerà almeno due giorni. 

La mobilitazione è organizzata dall'Associazione dei sindacati indipendenti della Repubblica Ceca, ma le principali organizzazioni agricole locali hanno preso le distanze. In risposta alla manifestazione, il ministro dell'Agricoltura Marek Výborný ha detto di preferire una tavola rotonda a una protesta di piazza. 

"Si tratta di un colpo basso da parte degli organizzatori, molti dei quali, purtroppo, non hanno nulla a che fare con l'agricoltura. Bisogna constatare che alla base di questa protesta ci sono soprattutto le ambizioni politiche di alcuni ambienti, e me ne rammarico, perché preferirei di gran lunga avere un dialogo con i rappresentanti degli agricoltori, ed è sempre meglio avere un dialogo a tavola che da qualche parte in strada o in piazza", ha commentato Výborný.

Intanto si continua a protestare anche in Polonia. Domenica gli agricoltori polacchi hanno bloccato l'accesso alla strada che conduce al valico di frontiera con l'Ucraina a Dorohusk. Al loro fianco anche i minatori e i camionisti, che si rifiutano di far passare i camion in entrata e in uscita dall'Ucraina. 

Il blocco dei valichi di frontiera in Polonia

Da mesi le tre categorie protestano non solo contro il Green deal, ma soprattutto contro la concorrenza sleale dei prodotti agricoli ucraini, sui quali l'Ue ha rimosso i dazi. 

Secondo il Servizio di frontiera dello Stato ucraino attualmente i manifestanti polacchi stanno bloccando sei valichi di frontiera: sarebbero circa tremila i camion in coda in Polonia per entrare in Ucraina

La situazione più critica è proprio quella a Dorohusk, dove è stato sospeso tutto il traffico merci, compresi i carichi umanitari e deperibili e le autocisterne di carburante. L'Ucraina ha dichiarato che il blocco del confine polacco è una "minaccia alla sicurezza" in tempo di guerra.

"Il blocco del confine costituisce una minaccia diretta alla sicurezza di un Paese che si difende. Tali azioni hanno un impatto negativo sul nostro confronto con il nemico comune chiamato Russia", ha denunciato il ministro delle Infrastrutture ucrainoOleksandr Kubrakov su Facebook.

Kiev e Varsavia stanno negoziando.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Agricoltori marciano divisi a Roma: tre manifestazioni contro le misure Ue

Protesta degli agricoltori: trattori ancora in strada dalla Polonia alla Francia

Polonia, pro vita in marcia contro l'estensione del diritto all'aborto proposta dal governo