Guerra a Gaza: ospedale Nasser fuori uso, scontro tra Netanyahu e Lula

palestinesi a Rafah
palestinesi a Rafah Diritti d'autore Fatima Shbair/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il governo israeliano rifiuta categoricamente la nascita dello Stato palestinese. Netanyahu insiste sull'assedio a Rafah e critica le parole del presidente brasiliano sulla guerra. L'Oms dichiara fuori uso l'ospedale di Nasser

PUBBLICITÀ

Il gabinetto di Benjamin Netanyahu ha adottato domenica una dichiarazione in cui si afferma che Israele "rifiuta categoricamente gli editti internazionali su un accordo permanente con i palestinesi" e si oppone a qualsiasi riconoscimento unilaterale di uno Stato palestinese, che secondo Netanyahu "concederebbe un premio importante al terrorismo" dopo l'attacco del 7 ottobre che ha scatenato la guerra. Intanto, sale la preoccupazione per la situazione umanitaria nella Striscia dopo che l'ospedale Nasser è stato dichiarato fuori uso e Israele ha bombardato altre due strutture tra sabato e domenica.

Israele contro la creazione di uno Stato palestinese

Secondo il sito di notizie Ynet, la proposta degli Stati Uniti di fissare una "scadenza precisa" per la creazione di uno Stato palestinese "sarebbe come il sacrificio della Cecoslovacchia nel 1938", riferendosi alla strategia di pacificazione nazista.

Netanyahu ha promesso di continuare l'offensiva fino alla "vittoria totale" su Hamas e di estenderla alla città più meridionale di Gaza, Rafah, dove più della metà della popolazione dell'enclave, 2,3 milioni di palestinesi, ha cercato rifugio dai combattimenti altrove.

Lo scontro tra Lula e Netanyahu

Il premier israeliano ha affidato a X anche un commento sulle parole del presidente brasiliano che in visita ad Addis Abeba per il summit dell'Unione africana ha parlato di genocidio a Gaza. Parole "vergognose e gravi", ha detto Netanyahu e ha aggiunto: "Si tratta di banalizzare l'Olocausto e di tentare di danneggiare il popolo ebraico e il diritto di Israele a difendersi.Paragonare Israele all’Olocausto nazista e a Hitler significa oltrepassare una linea rossa". Convocato poi l'ambasciatore brasiliano in Israele.

Allarme di Tedros: "L'ospedale Nasser è fuori uso"

Il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus ha scritto su X domenica che l'ospedale Nasser, a Khan Younis, a Gaza, è fuori uso a seguito dell'ultimo raid israeliano. Tedros ha inoltre denunciato che l'esercito israeliano non ha permesso ai funzionari dell'Oms di entrare nell'ospedale.

Il bilancio delle vittime della guerra a Gaza

Almeno 127 persone sono state uccise negli attacchi israeliani su Gaza nelle ultime 24 ore. Il bilancio delle vittime sale a 28.985 palestinesi e 68.883 feriti dal 7 ottobre, secondo il ministero della Sanità di Gaza, gestito da Hamas. In precedenza l'Idf aveva dichiarato di aver ucciso almeno 45 combattenti di Hamas nell'ultimo giorno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

San Paolo, bagno di folla per Jair Bolsonaro: l'ex presidente respinge le accuse di golpe

Gaza: ucciso un minorenne a Rafah, l'Egitto si prepara all'esodo dei rifugiati

Gaza, manca ossigeno all'ospedale Nasser: morti cinque pazienti