'Frontex non può aiutare l'Italia per rimpatri da Albania'

Direttore Leijtens, ''il nostro regolamento non lo consente'
Direttore Leijtens, ''il nostro regolamento non lo consente'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 06 DIC - "Non sta a me giudicare come il governo italiano gestisce la politica sull'immigrazione. Noi possiamo fornire supporto sia a Paesi membri che a Paesi terzi e diamo sostegno all'Albania, ma il nostro regolamento non ci permette di fare rimpatri da Paesi terzi. Non ci è consentito di aiutare l'Albania a rimpatriare migranti. Se l'Italia ha bisogno di aiuto possiamo farlo sul suolo italiano con la giurisdizione italiana". Lo ha detto il direttore esecutivo di Frontex, Hans Leijtens, in audizione al Comitato Schengen, rispondendo ad una domanda sull'accordo Italia-Albania. Leijtens ha anche risposto ad un quesito sulle ong come fattore di attrazione per i migranti. "Non ci sono fatti che lo dimostrano. Non so se i migranti pensano che vale la pena rischiare perchè c'è una nave umanitaria. Fossi in loro non rischierei a salire su barche costruite in 24 ore", ha spiegato il direttore di Frontex. Le ong, ha aggiunto, "sono convinte di fare una cosa giusta ma non possono fare la loro attività come soggetti indipendenti nel Mediterraneo centrale. Ci deve essere fiducia. Se ascoltano i centri di coordinamento del soccorso marittimo e non agiscono di testa loro possono esser d'aiuto". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania, un 17enne entra con un coltello in un liceo: quattro feriti, due gravi

Romania, la coalizione di governo sovrappone le elezioni locali alle europee

In Ucraina mancano i soldati volontari, le truppe al fronte sono esauste