EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Germania, la nuova politica più ferrea sull'accoglienza dei migranti,

Manifestazione pro-migranti a Dortmund, Germania, 2015.
Manifestazione pro-migranti a Dortmund, Germania, 2015. Diritti d'autore AP Photo/Martin Meissner
Diritti d'autore AP Photo/Martin Meissner
Di Giulia Carbonaro
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Dopo due sconfitte elettorali per la sua coalizione, il cancelliere Scholz sta assumendo una posizione più dura nei confronti dell'immigrazione

PUBBLICITÀ

Nel panico che ha accomunato i Paesi europei durante la crisi dei migranti del 2015-2016, la Germania è stata un faro di luce e di ottimismo sotto la guida dell'allora cancelliera Angela Merkel, che ha notoriamente aperto il suo Paese a un numero enorme di immigranti.

Sotto la guida della Cancelleria, con la sua politica di "cultura dell'accoglienza", il Paese ha accolto più di 1,2 milioni di rifugiati e richiedenti asilo tra il 2015 e il 2016.

Ma poiché i livelli di migrazione illegale in Europa sono di nuovo in aumento, la Germania si trova ora in una posizione molto diversa, costretta a voltare le spalle alla "cultura dell'accoglienza" - o "Willkommenskultur" - di cui un tempo si vantava.

"Stiamo limitando l'immigrazione irregolare in Germania. Arrivano troppe persone", ha dichiarato il Cancelliere Olaf Scholz in una recente intervista al quotidiano Der Spiegel. "Dobbiamo espellere le persone più spesso e più velocemente".

Chancellor Olaf Scholz says Germany needs to start deporting “on a large scale” migrants who don’t have the right to stay in the country.
Chancellor Olaf Scholz says Germany needs to start deporting “on a large scale” migrants who don’t have the right to stay in the country.AP Photo/Markus Schreiber

La Germania deve aumentare le espulsioni dei migranti che non sono autorizzati a rimanere nel Paese, ha detto Scholz. Intanto il Consiglio dei Ministri tedesco ha approvato una proposta legislativa volta a snellire il processo di espulsione dei richiedenti asilo non accolti.

Si tratta di un grande cambiamento per la Germania e per Scholz, che forse si aspettava di continuare l'eredità del suo predecessore.

"C'è un notevole cambiamento nella retorica e nella politica, con il chiaro obiettivo di ridurre il numero dei migranti", ha dichiarato a Euronews, Michael Bröning, politologo e membro della Commissione per i valori fondamentali della SPD.

I passi suggeriti includono la facilitazione delle espulsioni, sanzioni più severe per i trafficanti di esseri umani, il ripristino dei controlli temporanei alle frontiere, ulteriori accordi bilaterali con i Paesi di origine e l'estensione dell'elenco dei Paesi considerati sicuri". 

In sintesi, si tratta di un drastico cambiamento di politica che segna la fine dell'esclusiva 'cultura dell'accoglienza' della Germania, come testimoniato nel 2015", ha aggiunto.

Un netto cambiamento di politica dopo i problemi elettorali

Durante una visita di tre giorni in Nigeria, all'inizio della settimana, Scholz ha chiesto al presidente del Paese africano, Bola Tinubu, di aiutarlo ad affrontare l'impennata migratoria, proponendo una partnership in qualche modo simile a quella che il primo ministro italiano Giorgia Meloni ha avviato con la Tunisia all'inizio di quest'anno.

L'idea è quella di espandere i centri per l'immigrazione in Nigeria, dove le persone espulse dalla Germania potrebbero trovare riparo, assistenza sanitaria e opportunità di lavoro.

L'iniziativa fa parte dell'approccio sempre più duro che Scholz e il suo governo stanno mostrando nei confronti dell'immigrazione clandestina, dopo che la sua coalizione di tre partiti, ha ottenuto un risultato negativo in due elezioni regionali all'inizio del mese. Entrambe le elezioni statali sono state vinte dai conservatori tradizionali, mentre l'estrema destra ha ottenuto guadagni significativi.

Bröning ha affermato che "è impossibile dire se questo cambiamento si tradurrà direttamente in un maggiore sostegno per il governo" nelle future elezioni.

"Ma è importante rendersi conto che l'opinione pubblica tedesca vuole che il governo agisca", ha continuato. "Inoltre, è importante notare che il cambiamento di politica non avviene nel vuoto, ma piuttosto sullo sfondo di una crescente sfida da parte dell'estrema destra tedesca".

Germany has increased police patrols along "smuggling routes," especially at borders with Poland and the Czech Republic, to prevent more migrants from entering the country.
Germany has increased police patrols along "smuggling routes," especially at borders with Poland and the Czech Republic, to prevent more migrants from entering the country.AP Photo/Matthias Schrader

Negli ultimi mesi, l'AfD, "Alternativa per la Germania", è salito nei sondaggi e ha ottenuto significativi successi elettorali in Baviera e Assia.

"Credo che questo sviluppo non sia atipico rispetto alle tendenze di altri partiti di sinistra e/o socialdemocratici, che da anni si trovano di fronte al dilemma di come rispondere alle sfide della destra radicale populista", ha dichiarato a Euronews il dottor Kurt Richard Luther, professore emerito di Politica comparata all'Università di Keele, nel Regno Unito.

"Sebbene l'ascesa dell'AfD sia alimentata da un'ampia gamma di rimostranze, alcune immaginarie e altre reali, la preoccupazione per quella che viene vista come un'immigrazione incontrollata è stata a lungo una delle principali forze trainanti del populismo di destra", ha detto Bröning.

Scholz è ora sottoposto a forti pressioni per ridurre il numero crescente di richiedenti asilo nel Paese, mentre cresce l'insoddisfazione per la gestione della situazione dei rifugiati da parte del governo.

PUBBLICITÀ

Un recente sondaggio di ARD DeutschlandTrend ha rilevato che il 44% dei tedeschi considera attualmente l'immigrazione clandestina il problema politico più importante in Germania a cui i politici dovrebbero dare priorità. "Affrontare il problema è chiaramente all'ordine del giorno", ha dichiarato Bröning.

"La sfida sarà quella di gestire la crisi senza mettere a rischio la stabilità della coalizione di governo o la coesione all'interno del partito. È chiaro che non tutti i socialdemocratici o gli elettori verdi tedeschi sono soddisfatti dei cambiamenti proposti, quindi credo sia giusto dire che siamo all'inizio di un dibattito, non alla fine".

È cambiato il modo in cui i tedeschi percepiscono i migranti?

Nel 2015, mentre molti Paesi europei rafforzavano i controlli alle frontiere, era comune vedere folle di tedeschi esultanti che accoglievano migliaia di migranti che arrivavano nel Paese dopo un lungo viaggio attraverso il Medio Oriente e l'Europa.

Cosa è successo a quell'entusiasmo per i nuovi arrivati in Germania?

A man holds a cardboard with a 'Welcome' slogan during the arrival of refugees at the train station in Saalfeld, central Germany in 2015.
A man holds a cardboard with a 'Welcome' slogan during the arrival of refugees at the train station in Saalfeld, central Germany in 2015.AP Photo/Jens Meyer,file

Nonostante il cambiamento di politica di Scholz faccia pensare che "molti tedeschi sono ancora favorevoli all'accoglienza delle persone bisognose e c'è un ampio sostegno per l'accettazione della responsabilità umanitaria, non per la sua negazione", ha detto Bröning.

PUBBLICITÀ

"Tuttavia, i numeri hanno avuto un effetto e l'umore del 2015 è cambiato drasticamente", ha aggiunto.

Oggi l'opinione pubblica tedesca è convinta che i numeri debbano diminuire "e le reazioni all'attuale escalation in Medio Oriente hanno giocato un ruolo importante - e inaspettato - in questa trasformazione del dibattito", ha detto Bröning.

"I raduni pro-palestinesi, l'ondata di incidenti antisemiti e la celebrazione dell'attacco di Hamas in alcuni quartieri ad alta immigrazione hanno ricordato chiaramente che non tutto va bene per quanto riguarda la migrazione e l'integrazione. Per molti versi, questo ha aperto il discorso per una discussione più sfumata".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gli europei di calcio non faranno uscire l'economia tedesca da anni di stagnazione

Germania-Scozia 5 a 1, i padroni di casa vincono il match di apertura degli Europei Uefa 2024

Euro 2024: date, gruppi e favoriti del campionato al via oggi