EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Estorsioni: raid punitivo contro commerciante Gela,5 arresti

Titolare di una rivendita di fiori pestato con i suoi familiari
Titolare di una rivendita di fiori pestato con i suoi familiari
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PALERMO, 13 OTT - La Squadra Mobile e il Commissariato di Gela stamattina hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip di Caltanissetta, nei confronti di cinque persone per tentata estorsione e lesioni gravi. Le indagini, coordinate dalla Procura di Caltanissetta, sono state avviate nel febbraio scorso, quando la Polizia di Stato ha appreso che il titolare di una rivendita di fiori nei pressi del cimitero "Farello" di Gela sarebbe stato oggetto di richieste estorsive da parte di un suo concorrente, spalleggiato da esponenti della stidda gelese. La vittima avrebbe subito una serie di atti intimidatori culminati in una vera e propria spedizione punitiva, con il pestaggio dell'imprenditore e di alcuni suoi familiari. Nel corso dell'aggressione, avvenuta all'interno dell'attività commerciale della vittima, uno degli indagati, presentandosi come figlio di un boss mafioso, avrebbe richiesto il pagamento mensile di una consistente somma di denaro come presupposto per poter proseguire l'attività di commercio dei fiori. Nel corso delle indagini sarebbero emersi molteplici riscontri oggettivi in ordine alle accuse mosse agli indagati. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Deputata romena con la museruola cacciata dal Parlamento Ue prima di voto per von der Leyen

Corea del Sud, inondazioni nelle regioni del nord-ovest: evacuata la popolazione

Le notizie del giorno | 18 luglio - Pomeridiane