EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Etna: Ingv, 'ampie oscillazioni del tremore vulcanico'

Presente attività degassamento dai crateri Bocca Nuova e Sudest
Presente attività degassamento dai crateri Bocca Nuova e Sudest
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CATANIA, 16 AGO - L'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) - Osservatorio etneo comunica che nel corso delle ultime ore l'ampiezza media del tremore vulcanico è stata caratterizzata da ampie oscillazioni dei suoi valori mantenendosi fino alle 15 di ieri circa sempre nell'intervallo dei valori medi. Nelle ultime ore, si legge nell'ultima nota dell'Ingv sull'Etna, tali oscillazioni sono diventate ancora più ampie e in brevi momenti l'ampiezza media del tremore vulcanico ha raggiunto l'intervallo dei valori alti. Allo stato attuale l'ampiezza media rientra nell'intervallo dei valori medi. I centroidi delle sorgenti del tremore vulcanico nell'arco della giornata hanno interessato gran parte dell'area sommitale, spaziando tra il cratere Sudest e un'area ad est dei crateri Centrali. Le profondità interessate ricoprono un ampio intervallo crostale, compreso tra 1.700 e 2.900 metri sopra il livello del mare. Riguardo all'attività infrasonica dalle 17 circa di ieri si registra una modesta sua ripresa, mostrando parimenti al tremore periodi più o meno intensi. Le sorgenti sono principalmente ubicate in corrispondenza del cratere Bocca Nuova. I segnali delle reti di deformazione non mostrano variazioni significative. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Latina, indagato datore di lavoro per morte bracciante: aveva abbandonato Satnam con braccio mozzato

Le notizie del giorno | 20 giugno - Serale

Migranti: cinque morti in un naufragio al largo delle Isole Canarie, 68 in salvo