EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Veglia di preghiera ad Annecy, due bambini lottano tra la vita e la morte

Una veglia per pregare per i feriti di Annecy
Una veglia per pregare per i feriti di Annecy Diritti d'autore Laurent Cipriani/AP
Diritti d'autore Laurent Cipriani/AP
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sono in gravi condizioni due dei quattro bambini feriti dall'accoltellatore di Annecy. Sono stati visitati in ospedale dal presidente Macron. L'aggressore è stato sottoposto a perizia psichiatrica ma il movente del gesto è ancora un mistero

PUBBLICITÀ

Ci sono fiori, candele e peluche su un altare improvvisato dopo l'accoltellamento di Annecy.  La Francia è scioccata dopo il ferimento dei 4 bambini e dei due adulti da parte di un rifugiato siriano in preda a una furia cieca .Al parco sul lago è stato organizzata una veglia di preghiera. L'aggressore, che è stato subito arrestato,   è stato sottoposto a un esame psichiatrico.

Emmanuel e Brigitte Macron hanno fatto visita ai feriti e alle loro famiglie all'ospedale di Grenoble dove due bambini sono ancora in pericolo di vita.

Ancora sconosciuto il movente del folle gesto .Mentre attaccava gridava frasi di matrice religiosa e portava con sé un crocifisso e un libro di preghiere.

Rifugiato in Svezia dieci anni fa,si è sposato e ha un figlio con una donna da cui è separato . Era in Francia dalla fine del 2022 senza fissa dimora. La sua domanda di asilo è stata respinta qualche giorno prima dell'attentato.  

Chi è l'aggressore

Abdalmasih H. è un rifugiato siriano senza fissa dimora. Vagava per le strade di Annecy dopo aver lasciato la sua famiglia in Svezia, dove aveva ottenuto l'asilo dopo essere fuggito dal suo Paese.

Non era noto a nessun servizio di intelligence e non aveva precedenti psichiatrici.

Al momento dell'arresto non ha fornito alcuna spiegazione per le sue azioni e ha "ostacolato la custodia della polizia", in particolare "rotolandosi sul pavimento", secondo una fonte vicina alle indagini. Le sue condizioni sono state ritenute compatibili con la custodia cautelare  che è stata prolungata dopo l'esame psichiatrico.

E' cristiano, ha un figlio di tre anni e ha divorziato l'anno scorso dopo diversi anni di matrimonio. La sua ex moglie è una rifugiata siriana, come lui, che ha ottenuto la cittadinanza svedese.

Secondo la madre, contattata dall'AFP negli Stati Uniti dove vive da dieci anni, ha svolto il servizio militare obbligatorio in Siria prima di fuggire dal suo Paese nel 2011 a causa della guerra civile, riuscendo poi a raggiungere la Svezia attraverso la Turchia e la Grecia.

L'Autorità svedese per la migrazione, da parte sua, ha dichiarato che l'uomo aveva ricevuto un permesso di soggiorno nel 2013, ma che dal 2017 aveva tentato invano di  ottenere la cittadinanza svedese.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Attacco ad Annecy: la visita di Macron ai bimbi feriti

Francia: tumori identificati con l'AI, svolta nella ricerca

Francia, Macron propone un'ora nelle scuole per parlare di antisemitismo