Pasqua ortodossa: l'attesa del sabato per celebrare la Resurrezione

La Pasqua ortodossa
La Pasqua ortodossa Diritti d'autore Mahmoud Illean/Copyright 2023 The AP All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il giorno della Pasqua ortodossa le famiglie consumano il pranzo della festa, con piatti di pesce e carne e con al centro la cesta delle uova colorate

PUBBLICITÀ

I cristiani ortodossi celebrano la Pasqua: il sabato è il giorno in cui si commemora la presenza di Cristo nel Santo Sepolcro.
A Gerusalemme i fedeli vegliano a lume di candela. A mezzanotte si riuniscono: ciascuno accende il proprio cero e - in alcuni luoghi, come la Russia e la Grecia - si segue la croce che viene portata in processione.
Il suono delle campane introduce la liturgia pasquale che dura fino all’alba. 

Il pranzo e le uova colorate della Pasqua ortodossa

Il giorno di Pasqua le famiglie consumano il pranzo della festa, con piatti di pesce e carne e con al centro la cesta delle uova colorate.
La decorazione delle uova è una tradizione radicata nei Paesi ortodossi: in Grecia ad esempio vengono tinte di rosso; in Ucraina sono trattate con il metodo batik e decorate con disegni spesso tratti dall’arte popolare slava. 

Dove si festeggia la Pasqua ortodossa

A differenza della religione cattolica, gli ortodossi fanno riferimento al calendario giuliano, facendo slittare la Pasqua - che celebra in ogni caso la Resurrezione di Cristo - di una settimana.

I Paesi che festeggiano la Pasqua Ortodossa sono la Bulgaria, Cipro, la Grecia, il Libano, la Repubblica di Macedonia, la Romania, la Russia e l'Ucraina.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Kiev, il governo sfratta i monaci ortodossi

Segretario Onu: a Gaza 196 operatori umanitari uccisi, "è inconcepibile", l'Idf si scusa

Pasqua: il Papa legge l'omelia alla veglia, misure di sicurezza rafforzate in Italia e Francia