Migranti: il viaggio "fai da te" di 25 tunisini a Lampedusa

Nuovo metodo per tentare traversata senza scafisti
Nuovo metodo per tentare traversata senza scafisti
Di ANSA

(ANSA) – LAMPEDUSA, 25 MAR – “La barca l’abbiamo comprata
noi. Abbiamo raccolto i soldi e pagato 45 mila dinari per
prendere la barca e 10 taniche, da 20 litri, di carburante”.
Questo, grosso modo, il racconto fatto da 25 tunisini, tra i
quali 4 donne e un minore, intercettati all’alba dai finanzieri
della motovedetta “Sottile”, nelle acque antistanti Lampedusa,
su un barchino in ferro di 7 metri con motore fuoribordo. A tutti i migranti che vengono soccorsi o bloccati viene
chiesto – rientra nella procedura – il luogo di partenza e il
costo del viaggio. Fino ad ora, gli sbarcati hanno sempre
riferito di aver pagato da un minimo di mille fino a 4 mila
dinari per la traversata organizzata dagli scafisti. Queste
nuove dichiarazioni, se confermate, mettono in luce un aspetto
nuovo del fenomeno: in Tunisia, la gente del posto riesce anche
ad organizzare e salpare autonomamente verso la Sicilia. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.

Notizie correlate