Kazakhstan, inizia il nuovo mandato di Tokayev

Il presidente Tokayev.
Il presidente Tokayev. Diritti d'autore AFP PHOTO / KAZAKHSTAN'S PRESIDENTIAL PRESS SERVICE
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il presidente, appena rieletto, rimarrà alla testa del Paese per altri sette anni.

PUBBLICITÀ

In Kazakhstan si apre il secondo mandato presidenziale di Kassym Jomart Tokayev, rieletto la settimana scorsa con delle elezioni anticipate convocate a settembre. Il presidente rimarrà alla testa del Paese per altri sette anni, al termine dei quali non potrà essere rieletto.

Tra le promesse di Tokayev, quella di voltare definitivamente la pagina del suo predecessore Nazarbayev, ma anche quella di rafforzare il legame con la Russia, vicino ingombrante e potenza regionale.

La mia priorità sarà quella della cooperazione e della partnership con i nostri vicini.
Kassym Jomart Tokayev
Presidente del Kazakhstan

"Il Kazakhstan continuerà a portare avanti una politica estera volta a difendere l'interesse nazionale del Paese", ha dichiarato Tokayev durante il suo discorso di insediamento. "La mia priorità sarà quella della cooperazione e della partnership con i nostri vicini: la Russia, la Cina e i nostri fratelli dell'Asia Centrale".

Tensioni tra Mosca e Astana

La prima visita all'estero di Tokayev per questo nuovo mandato sarà proprio a Mosca, dove il neo rieletto presidente si recherà questo lunedì per incontrare Vladimir Putin.

Un riavvicinamento, almeno in apparenza, con lo storico alleato dopo mesi di tensioni tra Mosca e Astana, colpevole di avere accolto centinaia di migliaia di russi fuggiti dopo l'ordine di coscrizione emesso da Putin. Inoltre, il Kazakhstan non ha riconosciuto le regioni ucraine che la Russia ha dichiarato essere stati sovrani all'inizio del conflitto a febbraio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina, Mosca dichiara agente straniero un giornalista della Bbc

Ucraina, dove vanno i disertori russi: in Kazakhstan, ma senza una nuova vita

Moldova, timori per le influenze della Russia su presidenziali e referendum Ue