Riccardo Zucchi nuovo rettore dell'Università di Pisa

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Eletto con 1.092 voti, entrerà in carica dall'1 novembre
Eletto con 1.092 voti, entrerà in carica dall'1 novembre

(ANSA) – PISA, 06 OTT – Il nuovo rettore dell’Università di
Pisa è Riccardo Zucchi, ordinario di biochimica e presidente
della Scuola di medicina. Entrerà in carica dall’1 novembre
prossimo. Il mandato è fino al 2028. Zucchi, nel secondo turno
di votazioni per le quali era necessaria la maggioranza dei voti
espressi, ha ottenuto 1.092 preferenze contro le 472 del
professor Michele Marroni (29 le schede bianche). Nato a Castelnuovo Garfagnana (Lucca) 64 anni fa, coniugato
con quattro figli, Zucchi si è laureato in medicina e chirurgia
con il massimo dei voti e lode nel 1982 all’Università di Pisa e
ha conseguito il diploma di perfezionamento alla Scuola
superiore Sant’Anna nel 1985.
Nel 1989 è diventato ricercatore universitario alla Sant’Anna,
nel 2000 professore associato e nel 2004 ordinario nel settore
scientifico disciplinare Bio/10 (Biochimica) nella facoltà di
medicina e chirurgia e quindi nel dipartimento di patologia
chirurgica, medica, molecolare e dell’area critica
dell’Università di Pisa.
Zucchi ha ricoperto varie cariche accademiche all’Università di
Pisa: è stato membro della commissione scientifica dell’area
biologica, vice preside della facoltà di medicina e chirurgia,
presidente del corso di laurea in medicina e chirurgia e
direttore del Centro interdipartimentale di ricerca di genetica
molecolare e clinica. Membro del Senato accademico tra il 2012 e
il 2015, è stato direttore del dipartimento di patologia
chirurgica, medica, molecolare e dell’area critica dal 2015 al
2019, e da allora presidente della Scuola interdipartimentale di
medicina. E’ membro di numerose società scientifiche ed è stato
responsabile di progetti di ricerca finanziati dal ministro
dell’Università, dall’Università di Pisa e da enti privati.
(ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.