This content is not available in your region

Dal fronte alle cure: il treno ucraino che soccorre i pazienti

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Un paziente evacuato da Donetsk grazie al treno di Medici Senza Frontiere
Un paziente evacuato da Donetsk grazie al treno di Medici Senza Frontiere   -   Diritti d'autore  EBU

Da Donetsk alle cure negli ospedali: il treno speciale targato Medici Senza Frontiere

In ambulanza fino al binario e poi a bordo del treno della speranza. In fuga da bombe che hanno raso al suolo anche le strutture sanitarie, sempre più pazienti a caccia di cure vengono evacuati dall'est dell'Ucraina e indirizzati in zone del paese, in cui potranno trovare assistenza medica. Lanciata ad aprile, in collaborazione con le ferrovie locali su due prime tratte, l'iniziativa targata Medici Senza Frontiere serve ora anche la stazione di Donetsk. 

"Il nostro treno può trasportare 40 pazienti alla volta - dice Albina Zharkova di Medici Senza Frontiere -. In questo momento si sta rivelando fondamentale, perché non ci sono altri modi per evacuare tanti feriti allo stesso tempo".

Il nostro treno può trasportare 40 pazienti alla volta. È l'unica soluzione per evacuare tanti feriti allo stesso tempo
Albina Zharkova
Medici Senza Frontiere

A bordo le voci di vite stravolte dalla follia della guerra

Le voci raccolte a bordo parlano di esistenze sconvolte dalla follia della guerra. Un uomo era nel suo orto, quando è stato raggiunto da un colpo di mortaio. "Mi ero chinato per raccogliere delle verdure - racconta - e all'improvviso c'è stata un'esplosione. Mi sono ritrovato il volto completamente coperto di polvere. Poi ho abbassato lo sguardo e ho visto che avevo sangue dappertutto". 

A Kramatorsk non c'è più un solo oncologo. Impossibile trovare specialisti, soprattutto per chi è affetto da malattie come il cancro
Un paziente evacuato dal treno di Medici Senza Frontiere

"La guerra ha messo in fuga gli specialisti. Impossibile trovare un oncologo"

A bordo anche pazienti che necessitano di cure particolari."Non c'è più un solo oncologo a Kramatorsk - racconta uno di loro -. Impossibile ormai trovare uno specialista. Soprattutto quando si tratta di malattie come il cancro". Destinazione del treno: Leopoli. Porto sicuro, dove i pazienti potranno trovare le cure cui hanno bisogno.