This content is not available in your region

Minorenne picchia coetanea: video virale, proteste social

Access to the comments Commenti
Di ANSA
I genitori delle ragazzine: stop al filmato. 'Chiediamo scusa'
I genitori delle ragazzine: stop al filmato. 'Chiediamo scusa'

(ANSA) – BARLETTA, 14 APR – È diventato virale nel giro di
poche ore un video in cui una ragazzina minorenne, per strada,
intima ad una sua coetanea, urlando, di non offendere più una
sua amica, appellandola come una poco di buono. Il suo è un
avvertimento che, oltre a essere urlato, viene accompagnato da
violenti schiaffi sul volto e sulla testa dell’altra
adolescente, la quale non reagisce e, alla fine, tirata per i
capelli, finisce per terra. Mentre questo accade, sullo sfondo
c‘è un’altra ragazza che non interviene e un’altra che riprende
tutto con il cellulare. Il luogo dell’aggressione e delle
minacce è una stradina del borgo antico della città di Barletta.
Il video ha cominciato a girare sui social e nelle chat e ha
scatenato l’indignazione di quanti lo hanno visto, per la
violenza, per il fatto che qualcuno abbia pensato di riprendere
la scena, piuttosto che intervenire o chiedere l’intervento
delle forze dell’ordine, e poi postarla sui social. Un video in
cui appaiono ben evidenti e riconoscibili i volti di ragazzine
minorenni. Dopo le proteste, sono intervenuti sia i genitori
della ragazzina protagonista dell’aggresione sia della vittima.
Entrambi chiedono che si oscuri il video perché le ragazze
coinvolte sono minorenni. I genitori di chi aggredisce, inoltre,
dicono: “Siamo mortificati, chiediamo scusa alla città”.
(ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.