EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Mafie: Cartabia,azioni concrete per onorare vittime

Attenzione su necessità "strumenti di fronte ad insidie nuove"
Attenzione su necessità "strumenti di fronte ad insidie nuove"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 21 MAR - "Onorare le vittime è impegnare contro le mafie le migliori risorse delle istituzioni, per un'azione costante e concreta al servizio della domanda di giustizia dei cittadini". Nella Giornata della memoria e dell'impegno per le vittime innocenti di mafia, la Ministra della Giustizia, Marta Cartabia, pone l'attenzione sulla necessità "di avere di fronte ad insidie sempre nuove delle mafie strumenti sempre aggiornati. "In questa direzione vanno i nostri sforzi, per tenere i fondi del Pnrr al riparo dalle infiltrazioni dei clan e in questa direzione - aggiunge la Guardasigilli - vanno anche le interlocuzioni avviate dal Ministero con le altre autorità competenti, per la costituzione di un osservatorio permanente sulla raccolta dei dati sull'intero iter riguardante i beni sequestrati e confiscati, con l'obiettivo di far emergere tempestivamente le criticità. Valorizziamo ogni intervento che possa rendere sempre più efficaci gli strumenti, per restituire alla società civile quello che le mafie le hanno tolto. Ricordare i nomi di ciascuna vittima innocente ogni anno, in questa giornata fortemente voluta dall'associazione Libera, significa anche rinnovare l'impegno per rafforzare la fiducia dei cittadini nelle istituzioni e nella Giustizia". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Taiwan, il tifone Gaemi si è abbattuto sul Paese provocando tre morti e gravi danni

Cos'è la sindrome della papera galleggiante e quali implicazioni sociali ha

Portogallo: una garanzia dello Stato potrebbe agevolare l'accesso dei giovani alla prima casa