This content is not available in your region

Incendio su nave che collega la Grecia a Brindisi, in salvo i due autisti dispersi

Access to the comments Commenti
Di euronews
Incendio su nave che collega la Grecia a Brindisi, in salvo i due autisti dispersi
Diritti d'autore  ΑΠΕ- ΜΠΕ

Sono stati messi in salvo i due autisti di nazionalità bulgara intrappolati nella stiva dell'Euroferry Olympia, traghetto avvolto dalle fiamme mentre navigava tra la Grecia e l'Italia.

La notizia è confermata della compagnia Grimaldi Lines.

Le fiamme sarebbero partite dalla stiva, dove sono parcheggiati i tir, intorno alle 4 del mattino.

La Guardia costiera riferisce che in totale 237 passeggeri e 51 membri dell'equipaggio erano a bordo dell'imbarcazione, poi trasferiti al porto dell'isola di Corfù dove le ambulanze erano in attesa.

Il traghetto stava viaggiando nel Mar Ionio vicino alla piccola isola greca di Erikousa, 15 chilometri a nord dell'isola di Corfù, quando è scoppiato l'incendio.

Le persone evacuate sono state tratte in salvo da una unità della Guardia di Finanza italiana ed una della Guardia costiera greca, che si trovavano in zona.

Quasi tutti i passeggeri soccorsi sono in buone condizioni di salute, eccezion fatta per due di essi, che hanno riportato ferite lievi e sono stati ricoverati per motivi precauzionali.

Alcuni media ellenici riferiscono tuttavia di altri dispersi, tra gli 11 e i 14, indiscrezione non confermata dalle autorità.

Euronews photo
Euronews photoEuronews photo

Come sono andate le cose

Alle 4:12 di questo venerdì, il comandante della nave ha contattato il quartier generale del Gruppo informando che l'incendio si sarebbe manifestato al garage numero 3.

L'equipaggio della nave è subito intervenuto per domare l'incendio con i mezzi di bordo mentre il comandante ed il personale del Gruppo, attraverso l'"emergency response team", hanno "prontamente notificato l'accaduto alle competenti autorità nazionali e greche, e preso tutte le misure necessarie onde gestire nel migliore dei modi l'incidente".

Per la sicurezza dei presenti a bordo, il comandante ha deciso l'abbandono della nave. Dalle prime informazioni, le persone evacuate sono state tratte in salvo da una unità della Guardia di Finanza italiana ed una della Guardia Costiera Greca che si trovavano in zona.

Le unità si stanno dirigendo verso il porto di Corfù dove il Gruppo sta organizzando l'assistenza degli evacuati in loco.

La nave Euroferry Olympia battente bandiera italiana (anno di costruzione 1995), collega giornalmente Brindisi-Igoumenitsa, era salpata dal porto di Igoumenitsa all'1:20 (ora locale) di oggi doveva arrivare a Brindisi questa mattina alle 9.

Il vertice del Gruppo Grimaldi esprime "il proprio rammarico per l'incidente" e darà "piena collaborazione alle autorità competenti, per fare luce sull'accaduto".

Il panico a bordo

"C'erano fiamme altissime, a bordo c'era il panico": è il racconto dei passeggeri del traghetto Euroferry Olympia della Grimaldi, secondo quanto loro stessi hanno riferito agli uomini della Gdf dopo esser stati soccorsi dal pattugliatore Montesperone.

"Il comandante della nave, quando è scoppiato l'incendio, ha fatto il giro delle cabine e radunato i passeggeri su un unico ponte ha dichiarato il comandante del pattugliatore Felice Lodovico Simone Cicchetti - poi ha dato l'abbandono nave, ma l'evacuazione non è stata una passeggiata".