This content is not available in your region

Ungheria: Orban incontra Macron e per un giorno diventa illuminista...

Access to the comments Commenti
Di Gioia Salvatori
euronews_icons_loading
Emmanuel Macron, presidente francese e Viktor Orban, primo ministro ungherese
Emmanuel Macron, presidente francese e Viktor Orban, primo ministro ungherese   -   Diritti d'autore  ATTILA KISBENEDEK/AFP or Licensors

E' All'insegna del fair play e della convenienza elettorale, mentre la Francia si accinge a gestire la presidenza dell'Unione, l'incontro tra il presidente francese Emmanuel Macron e il primo ministro ungherese ultraconservatore Viktor Orban a Budapest.

"Vorrei chiarire che la relazione dell'Ungheria con il presidente Macron è di rispetto - ha detto Orban - Visto che la Francia è la casa degli enciclopedisti e le loro definizioni sono le migliori, tendiamo ad accettarle. Accogliamo anche le parole dette l'ultima volta dal presidente 'Siamo nemici politici ma partners europei' ".

Orban per addolcire il suo profilo abbraccia il secolo dei lumi (e promuove l'energia nucleare)

Vorrei chiarire che la relazione dell'Ungheria con il presidente Macron è di rispetto; visto che la Francia è la casa degli enciclopedisti e le loro definizioni sono le migliori, tendiamo ad accettarle
Viktor Orban
primo ministro ungherese

Mentre Orban per addolcire il suo profilo abbraccia il secolo dei lumi, Macron per strizzare l'occhio all'elettorato più a destra, cerca un terreno comune anche col "nemico".

Lo trova sul nucleare che entrambi vogliono passi come investimento verde. Convergenze anche sulla politica di difesa comune e sull'importanza delle politiche agricole, ma è sul nodo immigrazione che Parigi cerca l'accordo evocando il caos alla frontiera tra Bielorussia e Polonia.

"Ci sono state tensioni tra di noi in passato ma ciò che l'Europa sperimenta in queste settimane - e su questo mi sto confrontando anche con la mia controparte polacca - ci chiede di ripensare la nostra organizzazione comune per proteggere meglio le frontiere esterne e trovare un modo di agire insieme e in maniera efficace in Europa".

Macron: la prima visita di un presidente francese in Ungheria dopo 15 anni

I due restano su fronti opposti per quanto riguarda i diritti civili ma il tema è restato a margine di un incontro che Macron non voleva appesantire; la sollecitudine della loro stretta di mano non è da sottovalutare. Come spiega da Budapest il nostro collega Ádám Magyar: "Sono trascorsi circa 15 anni da quando un capo di Stato francese ha visitato l'Ungheria, ma ora il tempismo è perfetto. Viktor Orbán può dimostrare all'opposizione e al suo campo che, contrariamente alle affermazioni dell'opposizione, non è isolato sulla scena europea e Emmanuel Macron può dialogare non solo con il primo ministro ungherese, ma anche con i leader del gruppo di Visegrád prima dell'inizio della presidenza francese dell'Ue; intanto entrambi si stanno preparando anche per le elezioni del prossimo anno".

La visita si è svolta nell'ambito di un vertice del gruppo di Viségrad e consente a Macron di completare il suo giro del 26 altre capitali dell'Unione Europea prima di presiedere la presidenza di turno dell'Unione.