This content is not available in your region

Lego ringrazia Covid e Cina e regala ai suoi dipendenti 3 giorni di ferie extra e un bonus

Access to the comments Commenti
Di Cinzia Rizzi  Agenzie:  AP
euronews_icons_loading
Lego ringrazia Covid e Cina e regala ai suoi dipendenti 3 giorni di ferie extra e un bonus
Diritti d'autore  Ted Shaffrey/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.

Natale è arrivato in anticipo per i dipendenti di Lego, il più grande produttore di giocattoli al mondo: la società danese ha infatti deciso di regalare ai suoi 20.000 lavoratori sparsi in tutto il globo tre giorni di vacanza in più e un bonus speciale, dopo un anno di ricavi eccezionali.

Ricavi da record

Il gruppo non quotato in borsa nella prima metà del 2021 ha infatti riportato un utile netto di oltre 6,3 miliardi di corone (circa 850 milioni di euro), che equivale a un aumento del 140% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il fatturato è balzato del 46% a 23 miliardi di corone (l'equivalente di 3 miliardi di euro). "Il 2021 è stato un anno straordinario per il gruppo Lego e i nostri colleghi hanno lavorato incredibilmente duro", ha detto in un comunicato l'azienda, che ha previsto di pagare un ulteriore bonus a tutti i suoi dipendenti nell'aprile 2022.

Covid e Cina dietro il successo

Il successo di Lego è dovuto innanzitutto alla pandemia e al maggior tempo che le persone spendono nelle proprie case, ma anche alla sua rapida espansione in Cina, dove la marca ha aperto più di 40 nuovi negozi, su 60 nuove aperture in tutto il mondo. Questo porta il numero totale di negozi del brand fondato nel 1932 da Kirk Kristiansen a 737, di cui 291 solo in territorio cinese. in Cina.