This content is not available in your region

L'Europa deve ricominciare a correre e ci sono paesi sotto osservazione

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
L'Europa deve ricominciare a correre e ci sono paesi sotto osservazione
Diritti d'autore  Claudio Centonze/EU

La sostenibilità della ripresa economica è di nuovo messa in discussione, con l'Europa che affronta la quarta ondata di pandemia e nuove misure restrittive in tutto il continente. Tuttavia, il commissario Ue all'Economia Paolo Gentiloni insiste che il peggio è alle spalle.

Paolo Gentiloni- Commissario UE per l'Economia: "Non dobbiamo sottovalutare l'aumento dei contagi ma non dobbiamo pensare che l'impatto economico di questi nuovi contagi potrebbe essere lo stesso o paragonabile a quello che abbiamo avuto lo scorso inverno perché abbiamo i vaccini e ora abbiamo un rapporto diverso tra l'economia e la pandemia".

Allo stesso tempo, nella sua revisione annuale dei piani di bilancio degli Stati membri dell'UE, la Commissione europea invia avvertimenti per i paesi con un debito elevato: è tempo di concentrarsi sulla crescita e pensare con saggezza alla spesa. Questo gruppo di Stati membri altamente indebitati comprende Grecia, Italia, Spagna e Francia.

La sostenibilità della ripresa economica è nuovamente messa in discussione, con l'Europa che affronta la quarta ondata della pandemia e nuove misure restrittive in tutto il continente.

Tuttavia Gentiloni insiste che il peggio è alle spalle: "Non dobbiamo sottovalutare l'aumento dei contagi ma non dobbiamo pensare che l'impatto economico di questi nuovi contagi potrebbe essere lo stesso o paragonabile a quello che abbiamo avuto lo scorso inverno perché abbiamo i vaccini e ora abbiamo un rapporto diverso tra l'economia e la pandemia".

Allo stesso tempo, nella sua revisione annuale dei piani di bilancio degli Stati membri dell'UE, la Commissione europea invia avvisi per i paesi con un debito elevato: è tempo di concentrarsi sulla crescita e pensare con saggezza alla spesa.

Questo gruppo di Stati membri altamente indebitati comprende Grecia, Italia, Spagna e Francia.

Paolo Gentiloni- Commissario UE per l'Economia: "Sì, abbiamo una crescita ma non dobbiamo aumentare troppo la nostra spesa corrente. Abbiamo mandato un segnale. Stiamo approvando tutte le proposte di bilancio, non stiamo chiedendo modifiche specifiche come abbiamo fatto nei periodi precedenti, stiamo segnalando il problema. Ma questo segnale non deve essere frainteso. Non chiediamo di stringere troppo presto, di consolidare troppo presto, di tornare all'austerità".

I moniti precedono il passaggio della Commissione alla revisione del Patto di stabilità e crescita (PSC), un dibattito che rischia di ravvivare le vecchie divisioni tra Nord e Sud dell'Eurozona.

Il regolamento di bilancio dell'UE è stato sospeso dal 2020 a causa della pandemia e dovrebbe tornare nel 2023.

Prosegue Gentiloni: "Abbiamo una crescita ma non dobbiamo aumentare troppo la nostra spesa corrente. Abbiamo mandato un segnale. Stiamo approvando tutte le proposte di bilancio, non stiamo chiedendo modifiche specifiche come abbiamo fatto nei periodi precedenti, stiamo segnalando il problema. Ma questo segnale non deve essere frainteso. Non chiediamo un giro di vite oppure di tornare all'austerità".

I moniti precedono il passaggio della Commissione alla revisione del Patto di stabilità e crescita (PSC), un dibattito che rischia di ravvivare le vecchie divisioni tra Nord e Sud dell'Eurozona.

Il regolamento di bilancio dell'UE è stato sospeso dal 2020 a causa della pandemia e dovrebbe tornare nel 2023.