This content is not available in your region

Belgrado: esplosione in una fabbrica di razzi antigrandine, due morti

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews - Agenzie e Siti internazionali
euronews_icons_loading
Belgrado: esplosione in una fabbrica di razzi antigrandine, due morti
Diritti d'autore  Marko Djokovic/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.

Due operai sono morti e almeno 16 sono rimasti feriti, in una serie di esplosioni avvenute in Serbia, nella fabbrica EdePro, che produce razzi antigrandine.

Il fatto è avvenuto a Bubanj Potok, alla periferia di Belgrado, a circa 15 km dal centro della capitale.

La prima esplosione, a cui ne sono seguite altre di minore intensità, è avvenuta verso le 14 di martedi pomeriggio 23 novembre.

Al momento dello scoppio, circa 100 lavoratori si trovavano nell'area della fabbrica.

Un'alta minacciosa nube bianca si è liberata sul cielo della zona delle esplosioni.

L'incidente è avvenuto in un magazzino di carburante che conteneva 500 razzi antigrandine e con 30 kg di esplosivo.

Otto dei 16 operai feriti sono stati trasferiti all'Accademia Medica Militare di Belgrado con gravi ustioni

Al momento, ancora ignote le cause dell'esplosione: sono in corso le indagini da parte della polizia serba, coadiuvata dal Comando dei Vigili del Fuoco, prontamente intervenuti.

Nella stessa fabbrica, nel 2008, era già avvenuta un'altra esplosione, con un bilancio di tre feriti tra gli operai.