This content is not available in your region

La promessa ucraina: "Piantiamo un miliardo di alberi in tre anni"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
La promessa ucraina: "Piantiamo un miliardo di alberi in tre anni"
Diritti d'autore  AP

Una promessa che arriva dopo la COP26 di Glasgow: l'Ucrainaporterà avanti un'ambiziosa campagna di riforestazione su tutto il territorio nazionale.
L'eco-annuncio è del presidente Volodymyr Zelensky.
Sul lungo termine, il piano prevede la piantumazione di un milione di ettari in un decennio.

Yuriy Bolokhovets è a capo dell'agenzia forestale statale. Sottolinea la portata dell'impegno assunto: "L'Europa ha parlato di piani per piantare 3 miliardi di alberi in 10 anni - dice Bolokhovets  - Tutta l'Europa ha pianificato 3 miliardi in 10 anni, ma il nostro obiettivo è piantarne un miliardo in 3 anni".

Ma per gli esperti si tratta di una promessa che, come le bugie, potrebbe avere le gambe corte.
Secondo lo scienziato Bohdan Prots, " non è possibile, tecnicamente. Per riuscirci, dovrebbero piantare dieci alberi al secondo o 200 piantine in un secondo".

E la steppa che fine fa?

Oltre ai problemi tecnici, gli scienziati non sono sicuri che il piano di riforestazione sia una buona idea. Circa il 40% del territorio dell'Ucraina è costituito dalla zona climatica della steppa, ma solo il 3% del Paese ha conservato gli stessi ecosistemi naturali con la loro abbondante flora.

L'operazione di "ingegneria green" potrebbe dunque non avere un impatto positivo sugli habitat ucraini.

Ma l'Ucraina sta appena iniziando a valutare approcci innovativi.

I residenti potrebbero guadagnare dal taglio selettivo del legname, che è amico della biodiversità, o potrebbero ricevere sussidi per ogni ettaro riforestato e per l'acquisto di semi e piantine. 

Per gli ambientalisti, la sfida immediata di fronte al cambiamento climatico è quella di preservare le foreste esistenti.