ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La prescrizione per i mandanti dell'assassinio Politkovskaya

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
La prescrizione per i mandanti dell'assassinio Politkovskaya
Diritti d'autore  Natalia KOLESNIKOVA / AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Palloncini neri per Putin davanti all'ambasciata russa di Parigi, è una delle manifestazioni in memoria della giornalista della "Novaya Gazeta" Anna Politkovskaya, assassinata 15 anni fa. Attivisti in lutto hanno improvvisato un picchetto silenzioso. Il 7 ottobre è il giorno dell'omicidio di Anna Politkovskaya ma anche il compleanno del presidente russo Vladimir Putin. Il 7 ottobre 2006 nell'ascensore del suo palazzo moscovita Politkovskaya venne freddata da colpi di arma da fuoco. La polizia rinvenne una pistola Makarov PM e quattro bossoli accanto al cadavere. Uno dei proiettili aveva colpito la donna alla testa.

40 giornalisti assassinati

“Da quando Vladimir Putin è salito al potere, da quando è stato eletto presidente, in Russia sono stati assassinati almeno 40 giornalisti - spiega Christophe Deloire, segretario generale di Reporter Senza Frontiere - E regna un livello di impunità molto elevato. Quello che speravamo, cosa che da oggi è impossibile, era vedere puniti coloro che hanno ordinato l'uccisione di Anna Politkovskaya e non solo gli esecutori. Quello che chiediamo ora è che non ci siano più omicidi in Russia".

Alla "Novaya Gazeta" apertura di un museo commemorativo della giornalista uccisa

Nella redazione della Novaya Gazeta a Mosca è stato aperto un museo dedicato alla memoria della giornalista. All'ingresso della sua casa, dove è avvenuto l'omicidio, sono stati deposti fiori e accesi ceri. Le autorità russe e Vladimir Putin avevano promesso di fare il possibile per risolvere questo delitto. Per l'omicidio di Politkovskaya nel 2014 erano state condannate cinque persone, due delle quali all'ergastolo, per l'organizzazione e l'esecuzione. Lom-Ali Gaitukayev, il ceceno giudicato colpevole di organizzato l'assassinio, è morto in prigione nel 2017. Il mandante dell'omicidio non è mai stato citato in giudizio.

La prescrizione delle autorità

"Novaya Gazeta" ha scritto che il 7 ottobre, 15 anni dopo l'omicidio di Anna Politkovskaya, scade la prescrizione per questo caso. I redattori hanno dichiarato che avrebbero cercato di riprendere le indagini e rivelare il nome del mandante spiega la nostra corrispondente da Mosca Galina Polonskaya.