EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Convalidato fermo madre bimbo ucciso, resta in carcere

Grazie a cucina progetto "Dietro le sbarre vive la speranza"
Grazie a cucina progetto "Dietro le sbarre vive la speranza"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PERUGIA, 04 OTT - Convalidato dal gip di Perugia il fermo per omicidio volontario aggravato della madre del bambino di due anni morto a Città della Pieve. Il giudice ha disposto per la donna la custodia cautelare in carcere. Nel corso dell'udienza la donna, Katalin Erzsebet Bradics, ungherese di 44 anni, si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Con il suo legale, l'avvocato Enrico Renzoni, ha comunque ribadito non essere responsabile della morte del figlio che aveva intenzione di riportare al padre - secondo la sua versione - una volta tornata in Ungheria. L'avvocato Renzoni ha detto di avere trovato la sua assistita ancora "molto confusa e sotto choc" anche se ha "ribadito di non essere l'autrice dell'omicidio". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra a Gaza: almeno 71 morti e oltre 200 feriti in un attacco al campo di al-Mawasi

Finale di Euro 2024 Spagna-Inghilterra: quote, curiosità e precedenti testa a testa

La crisi immobiliare colpisce la Grecia, i prezzi delle case sono aumentati dell'11 per cento