ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Belgio: dopo le inondazioni resta la devastazione

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Images
Images   -   Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Scantinati come questo sono stati distrutti quando sono stati completamente sommersi durante l'alluvione in Belgio a metà luglio.

Un uomo dice: "Non ci sono più utenze. Non abbiamo benzina, non c'è più niente".

A quasi due settimane dall'alluvione, qui nella cittadina di Verviers, ci sono ancora centinaia di case rimaste inagibili. Alcuni hanno l'acqua corrente ma la maggior parte sono senza elettricità e gas.

Un altro dice: "Aspettiamo perché non siamo i primi, non siamo gli ultimi, ce ne sono tantissime di situazioni così".

Mentre oltre 40 persone hanno perso la vita nelle inondazioni in Belgio, Verviers è stata una delle città più colpite: i video delle auto che scorrevano trascinate dalla corrente sono stati condivisi in tutto il mondo. Quelle stesse auto vengono ora rimosse dal fiume Vesdre.

Queste persone provengono dall'enclave di lingua tedesca e donano gratuitamente i loro servizi.

Dice uno degli volontari: "Io posso andare a casa, sdraiarmi sul letto, farmi una doccia. Questo è ciò che le persone qui non possono fare più. Non hanno più niente. Tutto è perduto."

Un parcheggio nel centro di Verviers è diventato una discarica improvvisata per gli enormi cumuli di beni distrutti dall'alluvione. il governo locale sembra essere in difficoltà.

Un'altra persona dice: "Non ho visto il sindaco, non ci ha chiamato. Noi abbiamo già dato da mangiare a circa 20mila persone ormai".

Le piccole imprese stanno recuperando tutto ciò che possono: i proprietari di questo negozio dicono di non sapere cos'altro fare.

202 dei 262 comuni della regione della Vallonia in Belgio hanno il diritto di ottenere finanziamenti per catastrofe naturale. Una buona notizia assieme ai pagamenti delle assicurazioni che appaiono lontani e la pulizia richiederà mesi, se non anni.