ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Football for Friendship per l'ambiente, un programma da record

Di Andrew Robini
euronews_icons_loading
Football for Friendship per l'ambiente, un programma da record
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Da quando è stato lanciato nel 2013, Football for Friendship ha riunito migliaia di bambini di tutto il mondo promuovendo al tempo stesso valori universali. In quest'edizione scopriamo come il programma internazionale per bambini ha cercato di sensibilizzarli sulle questioni ambientali.

Salvaguardare il pianeta fin da piccoli

Dai campi da calcio all'interazione online, il programma internazionale Football for Friendship ha già dato a migliaia di bambini di tutto il mondo la possibilità di stare insieme e condividere le proprie esperienze.

L'obiettivo del progetto organizzato da Gazprom è di unire le generazioni più giovani e promuovere valori umani attraverso la sensibilizzazione su temi come l'uguaglianza di genere nello sport e la cura dell'ambiente.

La nona stagione del programma è iniziata con una sfida online chiamata "Piccoli passi per salvare il pianeta". Ragazzi di oltre 200 paesi hanno presentato in video il loro contributo alla protezione dell'ambiente.

La giovane giornalista Kinley Deki Yangzom ha le idee molto chiare sul ruolo dei bambini nella salvaguardia del pianeta: "In questo momento penso che ci stiamo rendendo conto dell'enorme impatto che abbiamo sull'ambiente e di quanto l'ambiente sia una parte importante di questo mondo e dell'umanità in generale. La gente pensa che i bambini, essendo così piccoli, non possano fare nulla, ma io ho voluto dimostrare che si sbagliano. Anche se non è un grande passo, penso che i piccoli passi in questo mondo siano importanti perché questi piccoli passi producono grandi cambiamenti, e ho voluto mostrare agli altri che cosa faccio io per l'ambiente e al tempo stesso imparare dagli altri".

L'inquinamento da plastica, lo spreco d'acqua e l'utilizzo dei trasporti pubblici sono alcune delle molte questioni ambientali che sono state sollevate dai bambini. Alcuni, con l'aiuto dei genitori, sono riusciti a rendere la loro casa più rispettosa dell'ambiente. Come Miriam Sheahan, che ci descrive le azioni della famiglia: "Facciamo il compost fuori; cerchiamo di usare contenitori riutilizzabili anziché sacchetti di plastica; abbiamo il riscaldamento geotermico, otteniamo il calore dal terreno per cui non abbiamo bisogno di petrolio o altro per scaldare la casa; ricicliamo i rifiuti e abbiamo la fortuna di avere un giardino molto grande, per cui coltiviamo noi l'aglio e abbiamo degli alberi di mele. È molto importante perché siamo noi la prossima generazione, e possiamo contribuire a cambiare le cose".

Record da collezionare

Ogni anno i partecipanti al Football for Friendship eWorld Championship danno alle loro squadre il nome di animali a rischio di estinzione. Quest'anno abbiamo visto tra gli altri il Rinoceronte bianco, l'Alligatore cinese o lo Squalo bruno. Alla fine a trionfare è stato l'Argali, ma tutti in realtà hanno vinto per aver fatto opera di sensibilizzazione, e Football for Friendship ha conquistato ancora una volta un premio del Guinness dei primati per lo stadio virtuale con il maggior numero di utenti.

I due record precedenti che si è aggiudicato il programma sono per il maggior numero di nazionalità in una sessione di allenamento di calcio e per il maggior numero di utenti in una videoconferenza calcistica.

Rich Williams, ambasciatore del programma, prevede altre iniziative simili: "Football for Friendship è una comunità in cui i ragazzi si incontrano, ma da cui si portano anche via qualcosa. Non si tratta solo di poter dire 'Ci siamo divertiti un sacco', ma anche 'Abbiamo battuto un record mondiale! Ci siamo riuniti in tutto il mondo come comunità per fare qualcosa che non è mai stato fatto prima'. E penso che valga la pena fare queste cose, e che valga la pena continuare, e sono sicuro che ci saranno altri record mondiali da battere in futuro, perché farlo è divertente e penso che sia anche un po' la testimonianza che tutti coloro che sono stati coinvolti nel programma hanno partecipato a qualcosa di speciale".

Con il sostegno di organizzazioni sportive internazionali come l'Uefa, la Fifa e il Cio, Football for Friendship ha già riunito oltre 16 mila partecipanti da 211 paesi e regioni. Il progetto, lanciato nel 2013, ha finora raccolto più di 6 milioni di sostenitori e spera che il suo messaggio di pace e uguaglianza sia ripreso da molti altri negli anni a venire.