ULTIM'ORA
This content is not available in your region

L'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai chiede la pacificazione dell'Afghanistan

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
milizie afgane
milizie afgane   -   Diritti d'autore  HOSHANG HASHIMI/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

Tutta l'Asia centrale teme le tensioni in Afghanistan, per questo gli Stati membri dell'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai (SCO) hanno invitato le parti in conflitto in Afghanistan ad astenersi dall'uso della forza e da azioni destabilizzanti. I ministri degli esteri dei paesi implicati come Cina, Russia, India, Uzbekistan, Tagikistan, Pakistan... si sono riuniti a Dushanbe per affrontare la delicata questione della pacificazione della regione.

Gli sforzi di pace

I proclami parlano di sostenere gli sforzi del governo e del popolo della Repubblica islamica dell'Afghanistan volti a ripristinare la pace, lo sviluppo economico del Paese, la lotta al terrorismo.

Gli Stati Uniti hanno già fatto appello ai paesi dell'Asia centrale affinché accolgano diverse migliaia di persone che hanno collaborato con le truppe della NATO. Dopo la partenza del contingente, le loro vite sono in pericolo.

Anche la Cina teme il terrorismo

La Cina, membro della SCO, ha già espresso il timore che i separatisti uiguri possano stabilirsi in territorio afghano. Allo stesso tempo i rappresentanti dei talebani hanno promesso di combattere sia i gruppi dello Stato islamico che il traffico di droga, oltre a non consentire a formazioni armate straniere di entrare nel loro territorio, indipendentemente dagli obiettivi che perseguono.